LA DIREZIONE dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Sant’Andrea ha comunicato intorno alle 14:30 di oggi che il “quadro clinico, e gli accertamenti effettuati attestano un grave danno cerebrale di tipo anossico” ossia irreversibile. Ora Laura Biagiotti “è ricoverata in terapia intensiva in condizioni gravissime e stanno per essere avviate le procedure per l’accertamento strumentale della condizione di morte cerebrale”.

Laura Biagiotti era stata colpita nella tarda serata di ieri da un grave attacco cardiaco mentre si trovata nella sua residenza di Guidonia Montecelio, immediatamente soccorsa è stata trasportata in ambulanza all’ospedale Sant’Andrea e ricoverata in terapia intensiva. Come riportato dall’agenzia Ansa, nella notte le sue condizioni si erano stabilizzate grazie alle manovre di rianimazione che avevano consentito una ripresa del ritmo cardiaco. La designer romana, 73 anni, aveva da poco festeggiato i 50 anni di attività. Intensa, ininterrotta e, per un bel tratto di strada, alla guida di un’azienda tutta al femminile, prima con la mamma Delia e poi, dopo la prematura scomparsa, nel 1996, del marito Gianni Cigna, a fianco della figlia Lavinia, dal 2005 vicepresidente del gruppo. 

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.