GUIDONIA – Mentre era irreperibile, desaparecida per il Comune di Guidonia Montecelio, la ditta Abruzzi Srl subappaltava i lavori di riparazione delle buche cittadine ad altra impresa. Scoperta e identificata dei tecnici comunali mentre operava su via della Pietrara non più tardi di una settimana fa. Una contestazione formale per violazione dei termini pre-contattuali è già partita dagli uffici della Triade all’indirizzo della società abruzzese. Ma adesso i consiglieri d’opposizione, presenti in commissione Lavori pubblici, chiedono al presidente 5Stelle Claudio Cos che sul fatto venga inoltrata formale segnalazione all’Anac, l’agenzia anticorruzione di Raffaele Cantone. Con la motivazione, racconta Giovanna Ammaturo della Lega per Salvini, che proprio dietro a episodi non regolamentati da contratti pubblici, che sfuggono quindi ai controlli, si possano annidare episodi di corruzione. Aggiunge Aammaturo: «Ancora la nostra richiesta è in via di valutazione da parte del presidente Cos».

La Abruzzi restauri Srl è la ditta aggiudicataria della gara d’appalto per attappare le buche cittadine, bandita dal Comune e assegnata il 21 giugno 2018 dalla Città metropolitana di Roma. Da subito irreperibile per gli uffici comunali. Leggi anche Incassa l’acconto e sparisce, ditta abruzzese anti buche desaparecida: telefoni muti dopo l’aggiudicazione della gara. 

 

 

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.