GUIDONIA – L’assessore (Urbanistica) Chiara Amati e il sindaco Michel Barbet alle 10 del 5 febbraio sono in sala giunta per la firma del protocollo con l’ordine degli architetti di Roma e provincia tra flash e sorrisi, strette di mano e resoconti trasferiti in tempo reale sul Portale della propaganda www.guidonia.org. Come in un matrix, dall’altra parte della piazza, negli uffici della Torre, altri tecnici, ingegneri e architetti sono alle prese con la burocrazia di palazzo, e si apprestano a vivere l’ennesima giornata di disagio e disservizio. Alle 10 del mattino di un normale giorno lavorativo il dirigente all’Urbanistica Paolo Cestra non è infatti in ufficio, atteso solo per le 13. Per chi ne fa richiesta, è lui a dover rilasciare certificazione che la istanza di acquisizione documentale non è andata a buon fine, che l’accesso agli atti amministrativi richiesto dai professionisti per poter svolgere il loro lavoro, è fermo davanti al caos in cui versa il settore, tra i più strategici della pubblica amministrazione guidoniana.

Impossibile reperire copia di atti di concessione, progetti, l’archivio cartaceo è inaccessibile. La società Aedos, titolata in passato alla conservazione documentale, è infatti indisponibile al rilascio di qualunque tipo di atto dopo la scadenza dell’ultima proroga contrattuale e l’apertura di un contenzioso con l’Ente che ha portato all’attuale paralisi del settore. Nel luglio scorso la società aveva, attraverso una procedura standard, scritto ai vertici di Palazzo Guidoni per interrompe i termini di custodia dell’archivio, annunciando per ogni mese di ritardo una penale di 2mila euro a carico dell’Ente. Si cercava quindi una nuova sede per la conservazione dei documenti, ma dopo sette mesi ancora l’alternativa non è stata trovata. Intanto i disagi per gli utenti fioccano. Impossibile ottenere gli atti in copia conforme relativi alle pratiche e anche la piattaforma online dell’Urbanistica è ferma.

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.