GUIDONIA – Avete presente le disinfestazioni notturne contro le zanzare che solitamente i Comuni spongono in questo periodo? A Guidonia non sono né saranno previste. Nemmeno con qualche tipo di insetticida non nocivo, di quelli che la «cittadinanza è invitata, durante il trattamento e in via precauzionale, a non sostare fuori dalle proprie abitazioni, a non lasciare le finestre aperte né i panni stesi e, inoltre, a non lasciare animali da compagnia all’esterno di balconi e giardini». Succede in ogni parte dello stivale, più o meno. Nella terza città del Lazio invece è fatto esplicito divieto di ammazzare le zanzare già cresciute e pasciute, gli unici interventi autorizzati dai grillini terrapiattisti sono quelli preventivi sulle larve. Dal Comune a guida 5Stelle lo hanno comunicato alla società Tekneko: non fate niente è stata la direttiva, anche se questo tipo di profilassi è espressamente prevista dal contratto.

Insomma, al Comune di Guidonia Montecelio c’è il divieto assoluto di qualunque tipo di disinfestazione, anche se in Italia e in Europa aumentano i casi di patologie trasmesse all’uomo tramite la puntura di zanzara. Tra le cause del fenomeno, l’aumento delle temperature, che fa sì che le zanzare non muoiano e, di conseguenza, il «patrimonio di patogeni» non si interrompe. Le Zanzare sono un rischio per la salute delle persone allergiche che vanno incontro allo choc anafilattico. Oggi gli scienziati parlano di «zanzare resistenti, che una volta pungevano di notte ora, sono diventate più aggressive e con il diffondersi di quelle tigre, sono un fastidio che dobbiamo sopportare anche di giorno».

«Le zanzare sono animali pericolosissimi» che con la loro puntura possono trasmettere diverse malattie, dalla malaria alla febbre gialla. Per questo i Comuni programmano interventi di disinfestazione durante la taglione calda. Quasi tutti. A Guidonia i cittadini possono morire di pizzichi.

LEGGI ANCHE,

Guidonia, attenti a come uccidete le zanzare a casa o in giardino, Barbet potrebbe farvi arrestare

Zanzare «killer» e caso di chikungunya a Montecelio, il giallo delle disinfestazioni fantasma

Zanzara «killer», il Comune salta la disinfestazione estiva e a Montecelio c’è un caso di chikungunya, malattia virale e pericolosa

 

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.