GUIDONIA – Il 25 gennaio 2021, alle 12.21, una strana email partiva dall’indirizzo di posta elettronica di Delia Corsi, amministratore unico della Tre Esse Italia Srl, alla volta di Sabatino Leonetti, fino al 2008 assessore al Bilancio del Comune di Guidonia Montecelio, ancora oggi uomo macchina del Partito democratico locale. Una stranezza. Perché la «capa» dell’agenzia della riscossione dei tributi, a distanza di 14 anni dall’ultimo incarico ricoperto, dovrebbe prendersi la briga di inviare all’ex amministratore, presumibilmente su richiesta, due atti amministrativi, nel caso una delibera di giunta e l’altra di consiglio comunale, anch’essi retroattivi agli anni 2007 e 2008? Stranezze che hanno avvicinato chi scrive ai ragionamenti dei blasonati giornalisti d’inchiesta alla Report. Immaginate cosa sarebbe successo se Benetton – per fare il parallelismo calzante tra concessionari di un certo spessore – qualche mese fa avesse inviato una email ad un ex ministro delle Finanze fuori dalla cortesia della contingenza istituzionale, magari del centrodestra come Giulio Tremonti, per trasferire atti di governo o parlamentari, divulgativi presso siti e giornali di contenuti a propria difesa nelle campagne stampa che ne sarebbero scaturite.?Un pandemonio di retroscenismi . Ed è un po’ ciò che è successo nelle lande locali battute dalla Tre Esse Italia. Dove le delibere in questione, tra di esse alternative al fine del ricalcolo del parametro dell’imposta locale sugli immobili (Imu), sono finite al centro di una feroce campagna pseudo mediatica dalla natura molto politica. Se è vero come lo è che Sabatino Leonetti, dopo averle recuperate per mano di Delia Corsi, senza passare da protocolli e richieste di accesso agli atti diretti al Comune, le ha girate anche a chi scrive, commentandole con insistente eloquio a favore della Tre Esse e contro le imprese estrattive nella ormai famosa guerra dell’aliquota da applicare alla Cave ai fini del calcolo dell’Imu ex Ici.

Oltre ogni partigianeria, i fatti sono fatti e gli atti sono atti. E proprio non si capisce quali tipi di rapporti debbano e possano intercorrere tra una società concessionaria di un servizio pubblico della Riscossione perché vincitrice di una gara d’appalto ed amministratori del Comune dove la stessa società continua ad operare negli anni. Anche adesso per volontà politica dei 5Stelle gestisce il servizio in regime di proroga. Dopo la scadenza del contratto, lo scorso marzo, l’indirizzo politico ha deciso di andare avanti con la stramba motivazione di dover garantire alla Tre Esse Italia il recupero dei guadagni relativi agli aggi persi a causa del lungo stop da pandemia. Una motivazione bislacca per una classe politica (e amministrativa) che più che occuparsi di conti propri pensa ai guadagni del concessionario. Per di più i 5Stelle la Tre Esse avevano promesso di cacciarla. Lo avevo scritto nei programmi elettorali. L’intenzione era di internalizzare il servizio di accertamento e riscossione dei tributi locali. La mancata riscossione di Imu, Tari e via discorrendo resta ancora la vera falla nello scafo dei conti pubblici comunali. Le conclusioni dei Revisori dei conti sull’ultimo Rendiconto di Bilancio disponibile sono orribili e al tempo stesso risibili. Imu, Tari, Tarsi, Tia, Tares:  quanto ha incassato l’Ente negli ultimi cinque anni grazie al recupero del concessionario e quanto ha guadagnato la Tre Esse Italia Srl, apparentemente inamovibile dal Comune di Guidonia Montecelio, così calata nel contesto istituzionale e delle conoscenze politico amministrative?

Di numeri, di ruoli nelle amministrazioni locali dove spesso gestione, appalti e politica si mischiano nei circuiti dei rapporti personali; di gare d’appalto del passato e di storia della terza città del Lazio nella lente del suo concessionario per la riscossione dei Tributi, un potere nel potere, ormai parallelo e indipendente dallo stesso Comune, di questo e altro parleremo nell’inchiesta che vi terrà compagnia a luglio sul sito d’informazione www.elisabettaaniballi.com. Una inchiesta a puntate di cui questa è solo l’anteprima. (To be continued) 

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.