GUIDONIA MONTECELIO - Rosa Mariani, la segretaria generale (e già direttore generale) vezzeggiata, coccolata dalla politica (tutta) e dall’impreditoria nel corso di 10 anni e tre amministrazioni è in carcere dallo scorso 21 aprile. La procura le contesta l’associazione per delinquere; per l'accusa  sarebbe lei  il vertice del malaffare nell’Ente, colei che copriva la presunta malversazione, gli inghippi dei collegi dirigenti con i quali era solita recarsi a pranzo, anche se, per il suo legale (e buon amico) Augusto Colatei (già capo di Gabinetto di Eligio Rubeis) ciò avveniva “sporadicamente”. Ora le cronache riportano di una politica (senza distinzioni di...

Scopri di piùScopri di più
tekneko - raccolta differenziata

GUIDONIA MONTECELIO - Una tangente di 20 milioni di euro “concordata” per pilotare l’appalto sui rifiuti vinto nel 2015 dalla Tekneko di Umberto Di Carlo, impresa avezzanese leader di settore che gestisce il servizio di raccolta differenziata in numerosi comuni tra Lazio e Abruzzo. La “incredibile” rivelazione la fa Domenico De Vincenzi a Patrizia Salfa, nonostante la improbabilità della circostanza lei ci crede e si precipita in procura. Cosa dichiara ai magistrati ha dell’incredibile, lo riporta Tiburno in edicola oggi. “L’ex assessore raccontò che a giugno aveva parlato con De Vincenzi dell’appalto rifiuti vinto dalla Tekneko Srl chiedendo se la ditta fosse riconducibile a Rubeis,...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA MONTECELIO - Leggere sul sito Dentro Magazine che “il velo di omertà è stato strappato da Patrizia Salfa” la quale l'avrebbe fatto perché aveva “negli occhi i padri di famiglia che non riuscivano a mettere in tavola la cena”, e che Domenico De Vincenzi, personaggio decennalmente controverso, avesse a un certo punto paura per la sua persona, “il clima era brutto”, strappa un sorriso ai più navigati. Patrizia Salfa lo ha fatto - se lo ha fatto - perché aveva perso una battaglia di potere, il vero motivo delle sue dimissioni; Domenico De Vincenzi perché aveva perso le elezioni nel...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA MONTECELIO - La notizia è che le primarie si faranno, sicuramente con Emanuele Di Silvio in campo, la macchina del partito è al lavoro in queste ore per consentire ai circa 4000 aventi di diritto (per essersi registrati nell’albo degli elettori) di esprimere la propria preferenza. Locandine stampate e affisse, restano poco meno di 24 ore per diffondere la novità, giunta nella tarda serata di ieri e dopo una lunga e accesa discussione. Che farà Simone Guglielmo, ormai sfidante per definizione, non è chiaro. Sulla carta resta in corsa, ma lo scenario probabile è che in queste primarie Di Silvio sfiderà Di...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA MONTECELIO - Partiti del centrodestra cercano alternative ai simboli, nel Pd la situazione è al limite del grottesco, primarie sì e poi no, infine convocate per dopodomani ma ancora sul filo della incertezza, a 48 ore (in teoria) dal voto ancora nessuna voce ha richiamato gli iscritti nell’apposito albo (circa 4 mila soggetti) ad esprimersi per Emanule Di Silvio e Simone Guglielmo. Eppure due giorni fa il dado sembrava tratto, gli sfidanti hanno depositato formale adesione e relativo programma. Rumors dell’ultimo momento danno Guglielmo fuori dalla competizione, pare per ripensamenti strategici arrivati al culmine di riunioni allargate, lunghe e...

Scopri di piùScopri di più

GUDONIA MONTECELIO - Una tangente di 50 mila euro relativa ad un appalto di 3 milioni; una di 90 mila euro (contestata) relativa ad altro appalto, il procuratore capo di Tivoli Francesco Menditto sembra fare riferimento ad un sistema di tangenti “istituzionalizzato” durante la conferenza stampa di questa mattina, arrivando ad ipotizzarne la percentuale, il 7 o l’8 per cento (dalle poche battute che scambia con il collega si capisce poco) che sistematicamente andava detratta dall’ammontare dell’appalto, a beneficio di quanti è ancora largamente da accertare. Ecco perché le indagini, espletate o ancora in itinere, vanno a ritroso nel tempo,...

Scopri di piùScopri di più