GUIDONIA - La proroga concessa a un contratto che non esiste. Una maggioranza consiliare (5Stelle) che non si assume la responsabilità statutaria di votare una variazione di bilancio indispensabile a coprire i costi finanziari di quella proroga fino al 2019. Un consiglio comunale esautorato dei poteri, sopratutto nella parte minoritaria rappresentata dalle opposizioni. È un vero colpo di mano quello che va in scena nell’assemblea dello scorso 29 giugno. Simile, per portata storica (e politica), alla variante urbanistica mai arrivata in aula (e decisa di giunta) relativa alla celeberrima fogna di Terranova Vs Consorzio dell’Inviolata all’interno del complesso edilizio Collina...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - Tranquilli. Guidonia non è una città di ludopatici, né “si aggiudica il primato delle giocate con ben 70milioni l’anno” come sostiene a mezzo stampa il consigliere comunale 5Stelle Claudio Caruso, promotore di un regolamento contro il gioco d’azzardo inefficace (inutile) ai fini dei provvedimenti che, il sindaco Michel Barbet, dovrà adottare per limitare gli orari di accesso nelle sale scommesse. È semplice questione statistica che, forse, il consigliere mal comprende, perché affermare che 70milioni darebbero a Guidonia il primato sull’importo totale delle giocate (si presume nel Lazio seconda regione dove si spende di più) è una falsità pericolosa e fuorviante...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - La fantasia al governo ha le sue resistenze e i 5Stelle si adeguano. Così, nel solco della creatività amministrativa che fu di Eligio Rubeis, la giunta pentastellata dice addio all’ultimo centralinista dell’Ente, trasformato con delibera personalizzata nell’ennesimo "collaboratore amministrativo". Un cambio di profilo professionale reso possibile grazie all’esistenza dell’immaginifico Regolamento dell’accesso all’impiego, approvato dall’esecutivo di centrodestra nel 2012 quale “costola” del Regolamento sul funzionamento degli uffici e dei servizi, modificato nell’agosto del 2013 (su proposta dell’allora assessore al Personale Antonio Tortora) con la introduzione dell’articolo 25bis, a cui ancora oggi la giunta Barbet attinge per giustificare, sotto il profilo...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - Sono due i regolamenti inutili che arrivano venerdì (29 giugno) all’attenzione dell’aula. Eppure la loro stesura ha assorbito ore di lavoro (anch’esse inutili) delle commissioni pertinenti e riconosciuto gettoni di presenza (soldi inutilmente spesi dai contribuenti) ai consiglieri comunali. L’indirizzo dell’assemblea (nella formula dei regolamenti) su lodopatia e unioni civili non produce infatti alcun effetto sul piano amministrativo (e quindi nessuna efficacia giuridica), ma seda solo la necessità di qualche proponente 5Stelle di un giusto ritorno mediatico. Un tempo si chiamava propaganda, viaggiava in cinemascope sul grande schermo o sulle reti tv del Cavaliere, oggi passa attraverso qualche...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - L’indirizzo è quello di “accantonare” le somme dovute "per interessi di mora" in attesa del miracolo divino. L’amministrazione di Michel Barbet (5Stelle) brancola nel buio e sulla perniciosa faccenda della fogna abusiva di Colline del Sole (Pizzarotti) sembra prendere tempo. Il dilemma non è del resto di facile risoluzione: eseguire la sentenza della magistratura amministrativa (del 2016) demolendo l’opera, o continuare a pagare 50 euro al giorno di indennizzo al proprietario dell’area ingiustamente espropriata per la sua realizzazione? Ad oggi, per mancata ottemperanza della sentenza del Tar, gli indennizzi da corrispondere al Consorzio dell’Inviolata, il soggetto creditore, ammontano a...

Scopri di piùScopri di più