GUIDONIA – Mauro Lombardo, il candidato sindaco del Nuovo Polo Civico gioca il tutto per tutto nell’ultimo turno elettorale: il ballottaggio di domenica 26 giugno contro lo sfidante del centrodestra Alfonso Masini. Parte da un vantaggio di quasi 8 punti, ma il secondo turno è un’altra partita, una partita giocata a due, dove gli elettori sono chiamati a scegliere il sindaco dei successivi 5 anni. Consapevoli che, volta eletto, il sindaco smette i panni del candidato di parte e indossa quelli di sindaco di tutti i cittadini, è dunque necessario fare emergere le caratteristiche dei competitor in campo. Per quanto riguarda Lombardo l’abbiamo fatto con questa intervista che chiude più di due mesi di campagna elettorale.

Il motore del cambiamento? Il Comune di Guidonia Montecelio. L’Ente e la sua macchina amministrativa hanno bisogno di un cambio di passo, senza questo cambiamento non si rivoluziona la città, perché, dice il candidato, «il mondo sta cambiando e un approccio più innovativo, più smart è indispensabile anche nella gestione della cosa pubblica». Il futuro è quindi nei di programmi, nella concretezza da applicare all’azione amministrativa, nelle «priorità strategiche per la nostra Guidonia Montecelio»: «Se sarò sindaco affronterò i problemi amministrativi e sociali in modo pragmatico e possibilmente risolutivo senza condizionamenti ideologici, inutili a livello comunale, per una Guidonia attesa da una sfida ai tempi nuovi». Di questo e altro abbiamo parlato con Mauro Lombardo in questa intervista tutta da ascoltare.👇

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.