MISURAZIONE della temperatura, sanificazione continua degli ambienti, rigidissime norme sanitarie imposte ai clienti. Erano tutte regole strettamente necessarie per frequentare le palestre. Ma dopo il Dpcm del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, da quattro giorni, le palestre (come le le piscine) sono chiuse. Nonostante fossero tra i luoghi più monitorati e sicuri. Nonostante le precedenti disposizioni fossero state eseguite in maniera ligia da tutte le realtà sportive. Nonostante la percentuale dei contagi nelle palestre o piscine fossero, sul dato statistico, pressoché impercettibili. Nonostante gli esercenti e gestori, nella prospettiva di rimanere aperti, nella primavera scorsa avessero avviato investimenti anche di adeguamento...

Scopri di piùScopri di più

UN ACCORDO tra il ministro della Salute ed un sindacato non trova tutti d’accordo. I motivi del dissenso di Sofia Scopelliti, medico di base, sono pertinenti con chi svolge la professione con serietà da anni. A forza di rinviare i problemi di giorno in giorno si è arrivati ad aggravarli. È ben noto quali siano le categorie professionali che questo Governo ritiene non  «essenziali» da chiuderle mezza giornata per vederle agonizzare, ma forse non molti sono a conoscenza che un paio di giorni fa il ministro della Salute, Roberto Speranza, laureato in Scienze politiche, ha firmato con un sindacato di medici...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA La relazione che introduce la proposta di legge 245 sull'allargamento del Parco dell'Inviolata è scritta con i piedi. Piena di contraddizioni normative, riferimenti temporali sbagliati e anche valutazioni personali degli estensori scambiate per fatti oggettivi. La discussione intorno alla nuova norma che vorrebbe ampliare la riserva di 1200 ettari (rispetto agli attuali 500 circa) si accende con l'entrata a gamba tesa sulla scena della commissione Ambiente della Pisana, dove il testo è in trattazione, di Paolo Stella, ingegnere e amministratore unico di Guidonia Ambiente, già partecipata della Ecoitalia 87, la società che fino al 2014 ha gestito lo smaltimento...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - La sequenza fotografica di qualche giorno fa ricostruisce momento per momento tutti i movimenti di Alessandro Cocchiarella, il grillino presidente della commissione Ambiente del Comune di Guidonia Montecelio, che traffica per uso personale con i rifiuti raccolti e assemblati dalla società Tekneko e destinati al riuso e allo smaltimento. Alcuni pezzi, accuratamente selezionati, finiscono infatti a bordo dell'auto del consigliere, in particolare si riconoscono due computer dismessi, un ventilatore, alcuni secchi di metallo. Pratiche già finite all'attenzione della cronaca appena una decina di giorni fa durante la giornata ecologica, tra le iniziative promosse dall'amministrazione 5Stelle nei quartieri per...

Scopri di piùScopri di più

IL PROVVEDIMENTO  è abbastanza abusato dagli enti locali. Lo hanno adottato amministrazioni come Roma, Arezzo, Forli, quella di Guidonia Montecelio ha fatto le prove generali con una ordinanza pasticciata (che non ha suscitato particolari reazioni) del sindaco grillino Michel Barbet, un atto che nemmeno differenzia tra «accattonaggio molesto» e non (obbrobrio). Le modiche al regolamento di polizia urbana, che vietano la elemosina quando per farlo si cagiona disturbo ai passanti, sono dunque normale amministrazione. A Tivoli però sono diventate un caso. L'appiglio per spingere il sindaco civico di Tivoli Giuseppe Proietti ancora di più nel tritacarne, come ormai il capo del...

Scopri di piùScopri di più