BENI per 30 milioni di euro sono stati sequestrati dalla Dia di Palermo a Giovanni Pilo, 83enne, imprenditore edile palermitano residente a Guidonia Montecelio, ritenuto in stretti rapporti con Cosa nostra. Di lui parlò anche Masino Buscetta. Il provvedimento è stato emesso dalla Prima Sezione penale e misure di prevenzione del Tribunale di Palermo, presieduta da Raffaele Malizia, su proposta del direttore della Dia, il generale Giuseppe Governale, d'intesa con il pm Dario Scaletta, dell'Ufficio Misure di Prevenzione, coordinato dal procuratore aggiunto Marzia Sabella. Giovanni Pilo, nel 1976 e nel 1985, è stato sottoposto a sorveglianza speciale per gravi indizi...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - Al momento le sanificazioni sono state effettuare dal personale dell'Ente. Con prodotti disponibili e certificati. Ora però il dirigente ai Lavori pubblici Egidio Santamaria (con funzione di stazione appaltante nell'ambito del Centro operativo comunale) ha chiesto dei preventivi alle ditte specializzate per l'affidamento d'urgenza di un appalto di servizio per un intervento generalizzato e professionale di disinfezione di tutti gli uffici, all'interno e all'esterno dei palazzi. Queste sono le misure messe in campo dall'amministrazione 5Stelle contro della diffusione del Coronavirus. Dal settore Ambiente fanno sapere che non è la prima igienizzazione degli spazi di lavoro e aperti al pubblico...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - Uno scenario da film dell'orrore. Questo hanno trovato i tecnici della Asl Rm5 durante il sopralluogo del 6 febbraio 2020. Disposto dall'azienda sanitaria al Cimitero comunale di via Romana dopo l'ennesimo esposto. Scrive il dirigente medico Luca Enrico Ruscitti nella nota del 13 maggio indirizzata al sindaco del Comune di Guidonia Montecelio Michel Barbet: «All'interno del locale interrato, di circa 100 metri quadri, provvisto un impianto forzato dell'aria, non funzionante durante il sopralluogo, è stata constatata la presenza di numerose casse in zinco, 195 come riportate nell'esposto, contenenti resti mortali provenienti da operazioni di estumulazioni, una parte della quali...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - Perfino i sindacati di base sono stati lasciati ai margini dei casi di contagio registrati negli ultimi giorni tra i dipendenti dell'Ente. Nella affollata e rumorosa commissione Affari istituzionali di mercoledì mattina, pochi ancora erano a conoscenza degli accadimenti del giorno precedente. Di quel martedì 9 giugno, quando la notizia della positività di un vigile urbano circolava nel palazzo già in tarda mattinata. Lo sapeva certamente il sindaco 5Stelle Michel Barbet che tuttavia ometteva il particolare nella consueta comunicazione giornaliera alla città sui nuovi casi registrati. Ma ometteva anche di informare i sindacati di base. La circostanza è emersa...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - Centocinquanta i tamponi effettuati sui dipendenti dell'Ente e del distretto della AslRm5, su loro famigliari e contatti fino a questo momento, o via di esecuzione. Cento dovrebbero riguardare il territorio delle AslRm5, cinquanta altre aziende sanitarie. Non solo i vigili urbani, i 58 che sono stati sottoposti per primi ai test rinofaringei. I numeri li ha forniti oggi, venerdì 12 giugno, Alberto Perra, il medico responsabile del dipartimento igiene e sanità pubblica dell'azienda sanitaria, intervenendo ad un incontro in videoconferenza con i consiglieri comunali di Guidonia Montecelio e con il sindaco Michel Barbet. La situazione emersa è critica. I...

Scopri di piùScopri di più