GUIDONIA -  Si tratterebbe di un caso di«intervenuta incompatibilità». Tecnicamente Davide Russo, il vicesindaco assessore al Comune di Guidonia Montecelio, nell'accettare la poltrona di consigliere comunale in terra sicula (leggi qui Consigliere a Bronte e assessore a Guidonia, incompatibilità di Russo strema gli assetti e nei 5Stelle è guerra tra bande), avrebbe perso non solo l'innocenza politica (e la faccia) ma i requisiti di candidabilità, eleggibilità e compatibilità previsti dall'articolo 47 del Tuel (testo unico degli enti locali), dal comma 5 all'articolo 31 dello Statuto comunale sul funzionamento della giunta e, con essi, quelli necessari alla permanenza nella carica di assessore...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - Davide Russo, vice sindaco al Comune di Guidonia Montecelio, seconda città non capoluogo di provincia in Italia, è anche assessore con diverse deleghe pesanti e impegnative: Sviluppo e Rilancio Economico, nelle materie di Attività Produttive e Commercio (SUAP), Pmi e Industria, Agricoltura e Artigianato, Lavoro, Formazione Professionale, Centro Competenza Rilancio Economico (Ufficio Europa, Lavoro, Sviluppo Locale sostenibile), Legalità Sociale e Servizi Socio-Sanitari ed integrazione. Insomma, ha un bel po’ da fare in una città tanto grande, eppure riesce ad essere consigliere per il M5S a Bronte in Sicilia. Nel 2015 Russo si candidò a sindaco con la lista di Beppe Grillo...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - Ha continuato per mesi e in segreto a tenere il piede in due staffe: consigliere al Comune di Bronte, paesone di poco meno di 20mila anime alle porte di Catania, e assessore alla Legalità (più una sfilza di altre deleghe tra cui il vicesindaco) a Guidonia Montecelio. Nella sua Sicilia la condizione era nota dallo scorso 9 aprile. Quando l'assise votava la surroga a Valeria Franco (consigliere 5Stelle dimissionario) a beneficio di Davide Russo. Con la condizione che, entro dieci giorni, Russo producesse le osservazioni alle evidenti contestazioni poste pubblicamente dal segretario generale Giuseppe Bartorilla. L'impedimento al doppio incarico nell'isola...

Scopri di piùScopri di più

REGIONE LAZIO - Governare con maggioranze variabili e sempre più allargate adesso perfino alla Lega Nord. È successo ancora così qualche giorno fa in consiglio regionale, dove Nicola Zingaretti non è andato sotto durante la votazione del punto (importante) sulle variazioni al Bilancio grazie alle assenze strategiche di due consiglieri del Carroccio, Angelo Tripodi e Daniele Giannini. Così, il voto sul Bilancio è finito con 19 a favore e 18 contro. Bastava una presenza in più tra le opposizioni e sarebbe finita pari e patta e il punto bocciato con seri problemi alla maggioranza. Nicola Zingaretti, dunque, resiste ai numeri e...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - Ciao sindaco, motivi personali improvvisi mi spingono a lasciare la carica di consigliere comunale, so che ti occuperai della mia Montecelio, buena vita al Movimento e al alla città per «un futuro di risanamento e rilancio». Le dimissioni odierne di Stefano Bufalieri, impercettibile figura delegata dal voto popolare alla rappresentanza nella seconda istituzione del Comune, prendono subito il sopravvento sui social. A darne notizia, in tempo reale, è Giuliano Santoboni su Facebook, il capogruppo si dice dispiaciuto ma sereno. Solo che a metà pomeriggio inoltrato i like languono. Pochi, tra simpatizzanti e colleghi, ne sentiranno la mancanza? In due anni di...

Scopri di piùScopri di più