(DIRE) Roma – I rapporti personali con l’imprenditore laziale dei rifiuti, Valter Lozza, la scelta della ex cava di Monte Carnevale come futura discarica di Roma e quella di utilizzare una procedura semplificata per una parte di un progetto che complessivamente riguardava 1.800.000 metri cubi, evitando così inizialmente l’assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale del sito. Nessuno accenno, invece, ad eventuali responsabilità politiche. Si è snodato su questi temi l’interrogatorio di garanzia (durato circa un’ora e mezza), davanti alla Gip Annalisa Marzano, di Flaminia Tosini, direttrice dell’area rifiuti della Regione Lazio (sospesa dal servizio), agli arresti domiciliari da martedì scorso...

Scopri di piùScopri di più

MONTEROTONDO - È la nuova ondata del virus e delle sue varianti, che colpisce anche i giovani e giovanissimi, abbassando l’età dei soggetti contagiati. A Monterotondo, città monitorata speciale nell’area Nord-est della Capitale, negli ultimi 4 giorni, sui 75 nuovi contagi registrati dalla Rm5 e comunicati al Comune, 14 sono bambini e hanno meno di 10 anni. Una situazione epidemiologica che potrebbe avere una stretta correlazione con lo screening tramite test antigenico al quale, lo scorso 13 marzo, sono stati sottoposti gli alunni dell’ Istituto Comprensivo Espazia, già chiuso dal sindaco Riccardo Varone per la presenza di alcuni casi di contagio...

Scopri di piùScopri di più

SE NON ERA era convinta è ormai impossibile stabilirlo, ciò che conta è che alla fine, in quei giorni d’emergenza, «la sindaca» grillina Virginia Raggi, dopo aver riunito i suoi consiglieri, scelse di collocare la discarica in zona Ponte Malmone meglio conosciuta come Monte Carnevale o Malagrotta Bis. Così convocò la giunta, il 31 dicembre 2019, e approvò l’atto di indirizzo, la delibera 325, che adesso la stessa Raggi si dice pronta ad annullare in autotutela, revocando se stessa e le decisioni assunte in piena autonomia politico amministrativa. Gli accadimenti di quei giorni sono nei verbali di Roma Capitale, acquisiti dalla...

Scopri di piùScopri di più

L'ORDINANZA di custodia cautelate ai domiciliari è stata firmata il 1 marzo 2021 dal Giudice per le indagini preliminari (Gip) Annalisa Marzano, su istanza dei magistrati della Procura di Roma Paolo Aiello e Nunzia D'Elia. La richiesta degli arresti era «pervenuta a questo ufficio» - scrive il Gip - il 25 novembre 2020, integrata il 27 di quello stesso mese. Un tempo relativamente lungo per disporre le misure cautelari nei confronti di Flaminia Tosini, dirigente del Dipartimento politiche ambientali e ciclo dei rifiuti della Regione Lazio e di Valter Lozza, imprenditore nel campo dello smaltimento degli Rsu, finiti agli arresti...

Scopri di piùScopri di più

IL QUADRO probatorio raccolto nel corso delle indagini svolte «con scrupolo e accuratezza dal Comando dei Carabinieri per la Tutela ambientale di Roma, reparto operativo», ha svelato «con sconcerto che il ciclo integrato dei rifiuti urbani alla Regione Lazio è illecitamente monitorato e governato da Tosini Flaminia». «Costei, nella qualità di Direttore regionale della direzione politiche ambientali e ciclo dei rifiuti della Regione Lazio, anziché destinare le proprie conoscenze tecniche e le proprie funzioni all'interesse pubblico [...

Scopri di piùScopri di più

I CARABINIERI eseguono una ordinanza di custodia cautelare: corruzione, concussione e turbata libertà le ipotesi formulate dalla Procura di Roma. Lo riporta l'Adnkronos agenzia di stampa. Concussione, corruzione, e turbata libertà di procedimento di scelta del contraente sono le accuse mosse nei confronti di Flaminia Tosini, dirigente della Regione Lazio alla direzione dei Rifiuti, nonché di Valter Lozza, amministratore delle società 'Ngr Srl' e 'Mad Srl', operanti nel settore dello smaltimento rifiuti. I Carabinieri del Comando tutela ambientale hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari nei confronti di Tosini e Lozza: quest'ultimo ha ottenuto indebitamente l'autorizzazione, per la società 'Ngr Srl', per...

Scopri di piùScopri di più