REGIONE LAZIO - Sono le case di riposo a destare maggiori preoccupazioni per il contagio da Covid-19. Per questo  continuano i controlli in tutta la regione, dove proprio le case di riposo sono la priorità numero uno. I cluster (focolai) maggiormente attenzionati continuano ad essere quelli di Frosinone (Veroli e Cassino) del Gruppo Ini e quelli di Rieti. Ma anche la situazione di Nomentana Hospital a Fonte Nuova continua ad essere oggetto di attenzione da parte delle autorità sanitarie regionali. A destare attenzione anche la situazione di  Villa Torciglioni a Guidonia Montecelio, dove nei giorni scorsi i controlli della AslRm5 avevano accertato...

Scopri di piùScopri di più

L'ANNUNCIO ieri mattina. Daniele Leodori, il presidente della Regione Lazio facente funzione, in assenza di Nicola Zingaretti impedito dal Covid-19, divulgava alle agenzie di stampa la notizia dell'arrivo di 450.000 mascherine (600.000 per l'Ansa). A disposizione di Comuni e personale sanitario. Uno stock di dispositivi di protezione individuale acquistato dal governo in numeri ben superiori e destinato alle 20 regioni italiane, non solo al Lazio. Ma quali mascherine? Già le polemiche erano esplose un paio di settimane fa quando, qualche pezzo, era finito in Lombardia e in anteprima sulle bocche di medici e personale sanitario del nosocomio di Tivoli, con tanto...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - Le chiede ai cinesi attraverso una lettera appello (lo riporta il sito Dentro Magazine) ma adesso le mascherine al Comune di Guidonia Montecelio le consegna la Regione Lazio. Davide Russo, assessore ai Servizi sociali, è comunque un vulcano di idee. Intanto mascherine, guanti e solventi, sempre privilegiando le famiglie a basso reddito, lui li ha chiesti alla comunità cinese «per uscire insieme dall'emergenza». Non la sola ricetta da adottare al più presto per combattere il virus garantendo assistenza. Russo ha in mente di modulare il caffè sospeso alla spesa. La pratica è nota, un'abitudine filantropica e solidale viva nella tradizione sociale...

Scopri di piùScopri di più

«OGGI al Nomentana Hospital ci sono forse malati di Cronavirus che stanno in stanza con chi contagiato ancora non era. Un dramma che nasce da un incredibile pasticcio combinato dalla Sanità della Regione Lazio» così esordisce il pezzo di Franco Bechis che apre l'edizione di oggi de Il Tempo, quotidiano della capitale. La notizia è quella dei 49 ospiti trasferiti dalla casa di riposto Maria Immacolata di Nerola, la cittadina a 40 chilometri da Roma in quarantena da 48 ore, al Nomentana Hospital di Fonte Nuova, gestione della crisi nelle mani della Asl Rm5. Succede ora che non si trovano più le...

Scopri di piùScopri di più

IL DATO che manca è quello dei tamponi effettuati, perché più la forbice tra casi positivi e tamponi è ampia più il monitoraggio è efficace. Ma questo dato non c'è. O la Asl Rm5 non lo riferisce. Così, ad oggi, non si sa quanti sono i tamponi effettuati e in che fetta di popolazione. Quanti sono gli asintomatici accertati e quanti i negativi sottoposti al test.  Anche il numero dei contagiati viene fornito in termini di valori assoluti e neanche tutti i giorni relativamente ai comuni interessati. Il primo a definire il deficit di informazioni come «una anomalia» è stato ieri (mercoledì 25 marzo) il consigliere...

Scopri di piùScopri di più