GUIDONIA - Per la giunta delle elezioni della Camera dei deputati, presieduta da Roberto Giachetti (Pd), la vittoria del 5Stelle Sebastiano Cubeddu nel collegio uninominale 12 di Guidonia Montecelio non è così certa. I conti non tornano e ci sono troppe schede contestate. Così, la convalida della proclamazione dell'avvocato dell'Inpgi (l'istituto nazionale di previdenza dei giornalisti) è stata congelata dalla giunta lo scorso 9 luglio, e rinviata al vaglio dell'istruttoria aperta ai sensi dell'articolo 11 del Regolamento della giunta delle elezioni. Il comitato di verifica è ora al lavoro. Si procede con le analisi delle bianche e nulle, si procederà comunque...

Scopri di piùScopri di più

ARIANNA CACIONI, 33 anni, è il capogruppo della Lega per Salvini al consiglio comunale di Guidonia Montecelio. Nelle elezioni del 2017 si è candidata a sindaco con una coalizione formata da Fratelli d'Italia e Forza Italia, oggi in aula è all'opposizione dell'amministrazione a guida 5Stelle giunta ormai a metà del mandato di governo. Il giro di boa, ma anche le elezioni regionali in Umbria vinte dal centrodestra, la forza elettorale della Lega, gli scenari che riguarderanno la terza città del Lazio nel breve e lungo periodo, di questo e altro Cacioni parla nell'intervista rilasciata a www.elisabettaaniballi.com. Siamo praticamente al giro di...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - Oggi pomeriggio non ha preso parte alla riunione di giunta. I bene informati raccontano di un Davide Russo messo ormai nell'angolo dagli antagonisti nella ormai famosa guerra interna ai 5Stelle, preoccupato durante il faccia a faccia che avrebbe avuto a porte chiuse con il sindaco Michel Barbet al termine della seduta del governo cittadino. Barbet, dopo un lungo meditare, sarebbe giunto alla conclusione che la permanenza del vice sindaco nella giunta è ormai inconciliabile con le esigenze di tenere unito il gruppo consiliare. A maggior ragione dopo gli scontri tra opposte fazioni, ancora consumati nella riunione interna di lunedì...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - I cavilli, le interpretazioni, i combinati disposti, ossia la lettura coordinata di leggi e sentenze: su questo hanno ruotato il Russogate e la mozione di sfiducia (tecnicamente un voto sulla cessazione nel ruolo di assessore) che ne è stata la naturale conseguenza. Subito per la cronaca dal consiglio di ieri: l'atto confezionato dalle minoranze è stato bocciato. Il gruppo dei 5stelle conta 3 astensioni al proprio interno ma in aula mantiene la maggioranza dei numeri e con voto nominale respinge. Finisce con 12 voti contrari, 9 favorevoli, 3 astenuti. Assente tra i banchi della maggioranza Laura Alessandrini di cui si...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - Comunque vada in consiglio (convocato alle 15) c'è un dato politicamente rilevabile: il monolite stellato non esiste più e oggi i numeri, anche solo per aprire la seduta, sono il bilico.  E c'è un secondo dato acquisito: il modello di compattezza e disciplina, che nell'immagine il gruppo 5Stelle ha rinviato per oltre 2 anni agli osservatori, si è dissolto nei conflitti e disordini interni.  La guerra tra bande nel Russogate ha lasciato sul terreno morti e feriti e adesso serrare le file e presentarsi in aula compatti a difendere il vicesindaco dalla sfiducia delle opposizioni diventa impresa ardua. Anche...

Scopri di piùScopri di più