GUIDONIA – Il centrosinistra si appresterebbe a sciogliere le riserve. Secondo bene i informati, proprio in questi frangenti, sarebbe in corso l’ultima, decisiva riunione per mettere a punto i dettagli ma la convergenza sul nome di Alberto Cuccuru, il 50enne avvocato guidoniano, sarebbe ormai cosa fatta. Sarà lui a rappresentare la coalizione, sostenuto nella corsa a sindaco dal Partito democratico, dal M5S e da Articolo Uno più chi vorrà esserci (è da confermare la defezione della lista «Una Nuova Storia» che sul nome di Cuccuru si sarebbe sfilata). Una alleanza politica che si appresterebbe ad indicare  un sindaco civico, espressione della società civile, al contrario del fronte civico che ha deciso invece di puntare sul profilo politico di Mauro Lombardo: un paradosso, segno di tempi confusi e senza certezze.

Comunque, dopo ripetuti confronti e incontri, l’avvocato avrebbe messo d’accordo tutte le anime della coalizione. Anche i recalcitranti 5Stelle che miravano ad una soluzione interna, mettendo a disposizione una terna di nomi. Il mezzo passo indietro dell’uscente Michel Barbet, arrivato all’indomani dell’accordo per portare il Pd in giunta, ha lasciato fino all’ultimo aperto lo spiraglio di una corsa bis per il sindaco. Ma anche il presidente del consiglio comunale Loredana Terzulli avrebbe giocato le sue carte con un pressing serrato sul segretario provinciale dem Rocco Maugliani, e l’intenzione di ottenere una investitura dal suo punto di vista più che meritata per equidistanza, esperienza politico amministrativa maturata sul campo. Senza dimenticare, infine, le aspirazioni mai nascoste dal consigliere Maurizio Celani di essere lui il prescelto. Le cose sembrano invece essere andate diversamente. Nella terza città della regione, a differenza di altri municipi chiamati al voto di primavera, non si è mai parlato di primarie, né i big dem hanno sgomitato più di tanto per ottenere la candidatura. Così, su suggerimento di qualche maggiorente, il nome di Cuccuru non avrebbe trovato particolari resistenze. D’accordo da subito il segretario del Pd Bruno Astorre, il deputato dei 5Stelle Sebastiano Cubeddu e l’assessore regionale alla Transizione ecologica Roberta Lombardi avrebbero provveduto a mettere pace all’interno del variegato mondo stellato.  Quindi, con tutti d’accordo, il nome dell’avvocato Cuccuru potrebbe essere formalizzato già oggi sabato 5 marzo. Una solida carriera forense, a lungo collega di studio di Stefano Sassano (vice coordinatore provinciale di Forza Italia), Alberto Cuccuru è un cattolico da sempre impegnato nell’associazionismo. A luglio  2021 è stato eletto all’unanimità segretario regionale dall’assemblea del Masci adulti scout del Lazio. È il moderato che 5 anni fa piaceva a Forza Italia, finendo a un soffio dalla candidatura a sindaco del centrodestra. Ma questa è un’altra storia.  

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.