GUIDONIA – Doppia Lega con bisticcio, tensioni alle stelle e maretta spiattellata sui social. Per ora le armi sono quelle di ordinanza, qualche parola di troppo e iniziative pubbliche non proprio condivise, per i bene informati però queste sono ore decisive per evitare la prima guerra leghista tra i due gruppi distinti e decisamente concorrenti. Da una parte Giovanna Ammaturo, consigliere comunale, fan e sostenitrice della prima ora di Matteo Salvini; dall’altra i nuovi entrati, transfughi di Fratelli d’Italia di meloniana formazione: Alessandro Messa e il consigliere comunale, già candidato sindaco anche di Forza Italia, Arianna Cacioni. Una separazione plastica negli intenti e nelle attività che traspare chiaramente dai social, spazio virtuale nel quale entrambi i gruppi sono attivi. Ieri ad esempio Giovanna Ammaturo, nominata di recente responsabile degli enti locali della Valle dell’Aniene, era tra i giovani del partito di San Cesareo da dove annunciava la sua partecipazione, oggi giovedì 20 settembre, a una diretta radiofonica sulla vertenza cave. Sotto il titolo sibillino “Vince la squadra” (tanto per mettere in risalto le differenze) la signora più intraprendente della destra locale, premiata alle comunali del 2017 con un robusto 8.2 % da quella Lega che la voleva sindaco, elencava le personalità della politica salviniana di Roma e provincia intervenute all’evento, senza tralasciare i nomi dei personaggi di spicco presenti nelle istituzioni sovracomunali, la Regione Lazio su tutte.

Un modo per mettere in risalto il radicamento del movimento sul territorio provinciale, frutto di mesi di lavoro, contro l’arrembante iniziativa intrapresa solo di recente dagli ultimi arrivati Messa e Cacioni. Sabato scorso, per inaugurare il circolo leghista in quel di Villalba, sede la storica sezione appartenuta al Msi (Movimento sociale italiano) e intitolata alla figura di Ettore Muti, i due non avevano richiesto la disponibilità a Ammaturo finendo per fare senza di lei. Una assenza mal digerita sui social dai famigliari di Giovanna Ammaturo, che con toni duri sottolineavano perfino la inopportunità dell’apertura di “una seconda sede leghista, dal momento che una già esiste da oltre un anno”.  Sul fronte contrapposto Cacioni e Messa si stanno dando un gran daffare. Fino a ieri dirigenti locali di Fratelli d’Italia, i “serfisti” per molti detrattori, marciano spediti verso la colonizzazione del partito guidoniano. Proprio in queste ore hanno aperto una pagina facebook della Lega alternativa a quella official – fino ad ora – di Giovanna Ammaturo. La inaugurazione villalbese ripesa dalla stampa locale, informazioni/comunicazioni di servizio da promuovere tra le truppe meloniane salite a loro volta sul carro salviniano, la pagina è attiva per gli estimatori e gli amici di componente, ubicati non solo a Guidonia ma a Tivoli e nella vicina Sant’Angelo Romano. Per ora il gruppo della Lega in consiglio comunale è monouso, a consumo di Giovanna Ammaturo ,che in oltre un anno di opposizione ai 5Stelle si è fatta valere. Ma è pronto ad accogliere Arianna Cacioni rimasta parcheggiata mesi nel gruppo misto dopo l’addio a Fratelli d’Italia. Cacioni minimizza di contrasti tra lei e la collega, “con Giovanna c’è collaborazione” ha scritto su facebook, la miccia però è accesa.

 

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.