GUIDONIA – Fu un abuso quello perpetrato ai danni delle onlus Maria Gargani e Cieli azzurri. Il provvedimento di chiusura disposto dell’ex dirigente alla Cultura e Servizi sociali Antonio Capitano (Copia) non ha né può avere alcuna efficacia di legge. E per tali ragioni deve essere revocato con effetto immediato e in autotutela. L’atto è stato infatti assunto al protocollo dell’Ente il 22 gennaio 2019 quando il dipendente, al netto delle altre criticità di legge sulla sua nomina dirigenziale (leggi qui), era già stato destituito e sostituito nella funzione dirigenziale da Carola Pasquali. Nominata a capo dell’area Servizi sociali con decreto sindacale ( nomina pasquali) assunto al protocollo dell’Ente il 21, ossia 24 ore prima dell’ordinanza di chiusura disposta nei confronti delle attività socioassistenziali per irregolarità amministrativa.

Una vicenda di una gravita inaudita, che ha cagionato sconforto e disperazione tra i volontari delle associazioni che a Villalba da anni assistono gli adulti portatori di handicap. Per tale, inqualificabile comportamento sul quale è mancato il necessario controllo della politica, il Polo civico dei consiglieri Mauro De Santis, Mario Valeri e Mario Proietti, chiede al sindaco 5Stelle Michel Barbet la revoca immediata (ecco la mozione) delle deleghe all’assessore Davide Russo. Con la motivazione che sia ormai venuta meno quella condizione fiduciaria imprescindibile tra l’assessore e gli operatori del terzo settore. Lunedì se ne discute in consiglio comunale.

 

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.