GUIDONIA – Tutta la macchina politica è concentrata sulle elezioni comunali, dal momento che si vota in numerosi e importanti comuni della provincia di Roma e in tre su quattro capoluoghi di provincia del Lazio. Subito dopo, però, il tema delle Regionali in programma tra solo qualche mese sarà centrale nelle strategie dei partiti, tra cui Fratelli d’Italia al cui interno un esercito di concorrenti si prepara a gareggiare, quadri e dirigenti sono dunque impegnati in una forte attività proiettata al prossimo futuro, in attesa di capire chi sarà il comandante in capo, il nome che dovrebbe guidare il centrodestra (unito?) nelle elezioni regionali del 2023. All’interno di questo quadro va letta l’importanza della nomina di Marco Bertucci nell’esesecutivo della Federazione provinciale di Roma di Fratelli d’Italia arrivata da ieri con la firma di Marco Silvestroni, il presidente di Federazione.      

«Un ruolo che mi onora per un incarico che porterò avanti con il massimo impegno» si è subito sbrigato a commentare il diretto interessato, ringraziando immediatamente dopo Marco Silvestroni «per la fiducia dimostrata. Non lo considero soltanto un prestigioso incarico politico ha detto – ma anche una nuova ed importante via per portare all’attenzione del partito al quale mi onoro di appartenere le istanze del nostro territorio, che già Fratelli d’Italia segue con attenzione e impegno». Gli occhi guardano avanti. Alle elezioni regionali verso le quali Marco Bertucci non ha mai nascosto interesse, dopo i molti incarichi e cariche elettive ricoperti, tra gli altri, proprio a Guidonia Montecelio, la sua città, maturando negli anni una lunga esperienza politico amministrativa. 

In Fratelli d’Italia intanto si guarda alle comunali del 12 giugno. Il partito è impegnato a Guidonia Montecelio, terza cittadella Lazio, dove gioca una partita unitaria nel centrodestra, nei comuni della provincia di Roma dove si va al rinnovo delle amministrazioni locali, a Rieti, Viterbo e Frosinone i tre capoluoghi di provincia chiamati a voto. Subito dopo gli eventuali ballottaggi del 26 giugno, la febbre per le elezioni regionali comincerà a salire. E se la scelta del candidato governatore dovesse ricadere su Francesco Lollobrigida, il capogruppo alla Camera intervenuto domenica scorsa ad una iniziativa del partito guidoniano, Bertucci giocherebbe in casa. 

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.