GUIDONIA –   E’ Ilaria Morini, tiburtina 48enne conservatrice dei Beni culturali il nuovo direttore scientifico del museo Rodolfo Lanciani di Montecelio. La nomina è stata annunciata dal sindaco Michel Barbet ieri (10 novembre) nel corso della iniziativa promossa dall’amministrazione per la riapertura del sito culturale, rimasto chiuso per diverso tempo.

La Morini  è risultata «vincitrice del bando per la ricerca del nuovo direttore scientifico» aggiudicato dal Comune di Guidonia Montecelio. «Sono orgogliosa – ha detto il neo direttore – per me è un punto di arrivo. Punto sull’aumento della frequentazione del museo, partendo proprio dalle scuole, e sulla sinergia con altre realtà museali e turistiche del territorio. Essendo conservatrice voglio realizzare una sorta di pronto soccorso di reperti e laboratorio di restauro, e ho già preso contatti con l’università di Viterbo per far svolgere una parte del master di archeologia giudiziaria, vista anche la storia della Triade, qui da noi». Lavorerà in stretto contatto con Paolo Rosati della associazione “Una Quantum” che curerà le visite guidate e agli eventi a tema, utilizzando sistemi avanzati di audioguida, social gaming a sfondo archeologico per ragazzi, corsi di fotogrammetria, stampa 3D delle opere per i non vedenti, laboratori di robotica e coding in chiave storica ma anche costruzione di giochi antichi e aperitivi archeologici animeranno le mura storiche dello storico ex convento. 

L’assessore alla Cultura Elisa Strani ha «ringraziato gli uffici per l’impegno dimostrato e per aver creduto fino in fondo a questo risultato» si legge in una nota pubblicata sul profilo facebook del sindaco.

Michel Barbet che esprime «tutta la nostra soddisfazione per un risultato che in tempi di crisi e ristrettezze non era certo scontato. Crediamo nella cultura, amiamo il nostro territorio e siamo pronti ad ogni sfida».

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.