GUIDONIA – Il presidente del Centro per la valorizzazione del travertino romano Filippo Lippiello esprime «soddisfazione per l’accoglimento della sospensiva» da parte del Tar del Lazio, la sua azienda, la Str, potrà riprendere a lavorare dopo quasi due mesi di stop determinati dalla revoca all’autorizzazione estrattiva decisa nell’agosto scorso dall’amministrazione a guida 5Stelle, ma si dice consapevole che sia solo una ripartenza, l’obiettivo è tornare a confrontarsi con la parte pubblica, il Comune di Guidonia Montecelio e la Regione Lazio, riallacciando i fili del dialogo interrotti nei giorni della protesta. E annuncia un incontro al tavolo del Cvtr fissato per domani 12 ottobre nel quale gli imprenditori studieranno soluzioni da sottoporre all’amministrazione per superare quelle criticità, che nei mesi scorsi hanno determinato la grave crisi di rapporti con la istituzione comunale. «Lavoriamo a un progetto di riqualificazione dell’area del bacino estrattivo che possa essere accolto con favore dalle amministrazioni locale e regionale».

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.