GUIDONIA – Una procedura di mobilità «predestinata» a non andare a buon fine (leggi qui).  Come era preventivabile il nulla osta necessario al trasferimento dal Comune di Ariano Irpino di Generoso Ruzza, unico dirigente risultato idoneo dalla selezione per curriculum e colloquio avviata dall’Ente, non è mai arrivato nei termini di legge: quindici giorni dalla pubblicazione della determina di «presa d’atto» della graduatoria stilata da apposita commissione. Il Countdown cominciava il 29 novembre, anche se la Giunta 5Stelle già quattro giorni dopo, il 3 dicembre, sembrava dubitare di un esito positivo della procedura di mobilità. Dal momento che con una delibera ad hoc «ritoccava» (ancora) il programma sul fabbisogno di personale per il triennio 2018-2020. Prevedendo la possibilità di ricorrere «allo scorrimento delle graduatorie vigenti ai sensi di legge» per individuare la figura di un dirigente amministrativo «qualora non si concludessero le procedure avviate con la mobilità volontaria» e dopo averne discusso con le rappresentanze sindacali. La graduatoria più recente (ecco qui) è relativa al concorso bandito dal Comune di Guidonia Montecelio per l’assunzione di un dirigente amministrativo a tempo pieno e indeterminato e risale all’anno 2008. A risultare vincitore, Gilberto Pucci poi coinvolto nei fatti di Mafia Bianca e per questo dimessosi qualche mese fa. L’unica certezza, almeno fino a questo momento, è che a distanza di 10 anni l’amministrazione pentastellata, nell’indirizzo portato in Giunta dal sindaco Michel Barbet, non sembra intenzionata a procedere con un nuovo concorso pubblico per titoli e esami. 

 

 

 

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.