GUIDONIA – L’impianto di piazza Martiri delle Foibe a Villalba è stato incendiato e ripetutamente vandalizzato negli anni. Viste le dimensioni rimetterlo in attività comporterà investimenti che oscillano verosimilmente tra i 700 e gli 800mila euro tra spese di progettazione, interventi di ristrutturazione, oneri per la sicurezza. Costi in larga parte a carico del concessionario in corso di individuazione. Che, negli intenti dell’amministrazione Pd e M5S, dovrebbero essere le associazioni singole e/o associate, anche dilettantistiche, in alternativa le federazioni sportive chiamate a operare senza scopo di lucro e per esclusiva finalità sociale.

La palestra distrutta di piazza martiri delle Foibe a Villalba

La durata della concessione è ventennale. Considerato l’importante (se non impossibile per i privati) investimento iniziale richiesto, al settore Sport e Cultura del Comune di Guidonia Montecelio hanno allungato i tempi a dismisura per dare modo di ammortizzare i costi. Sempre che la manifestazione d’interesse per l’affidamento della palestra distrutta di piazza Martiri delle Foibe trovi il «soggetto giuridico» disposto a caricarsi il rischio d’impresa. Elevato. Tanto che il gioco potrebbe non valere la candela per nessuno. Sarebbe perfino stato più semplice (ed economico) prevederne la demolizione, trasferendo al privato l’onere di una ricostruzione agevolata, magari in bioedilizia a costi decisamente più contenuti. Ma forse, al Comune in procinto di rieleggere il sindaco e l’amministrazione, affidare la palestra incendiata nel 2015 e ripetutamente danneggiata non stava così a cuore. Era piuttosto il pacchetto da mettere a gara di diretto interesse dei pentademocratici. Sì, perché nella manifestazione d’interesse appena avviata, gli impianti da dare in concessione sono tre. Tra cui il campo sportivo di via Po a Guidonia Centro da sempre nelle mire della società/associazione del Guidonia Calcio di proprietà della famiglia Bernardini. Anche in questo caso con una durata ventennale dell’affidamento e in cambio di interventi strutturali, manutenzioni straordinarie e tutta una fila di lavori a carico del concessionario. L’ultimo impianto d’interesse del bando è quello di via San Luigi Gonzaga, con annesso campo per il gioco del tennis e del calcio a 5: in questo caso la durata dell’affidamento si limita a 5 anni.

La manifestazione d’interesse è pubblicata sull’albo pretorio on line del Comune ( CLICCA E SCARICA IL LINK). Per chi fosse interessato a partecipare, il termine ultimo per la presentazione delle offerte è fissato a mercoledì 8 giugno: 5 giorni prima del voto di domenica 12 giugno. Gli impianti possono essere affidati singolarmente, anche nel caso in cui ci fosse un unico richiedente, nonostante la procedura concorrenziale prevista dal bando preveda la valutazione comparativa tra offerte.       

Nel caso della palestra di Villalba poi, sull’impianto grava ancora un atto di pignoramento dell’Agenzia delle Entrate per un debito di 625 mila euro che l’amministrazione dovrebbe avere iniziato a pagare con un piano di rateizzazione (non ancora estinto). Non proprio un particolare secondario per il coraggioso privato già chiamato al considerevole investimento di cui sopra. 

Il dettaglio degli interventi divisi per lotti 

  1. A)  LOTTO 1
    Stadio Comunale in via Po – loc. Guidonia, distinto in catasto alla Sez. C – Foglio 18 P.lla 1394, insistente su un’area di 22.885,82mq, con campo di calcio in erba artificiale delle misure 105m x 68m circa, avente certificato di omologazione LND in scadenza a fine stagione sportiva, dotato di tribuna spettatori locali con capienza di oltre 1.500 posti, tribuna ospiti in acciaio zincato prefabbricato, spogliatoi, servizi igienici e locali di servizio (pronto soccorso, magazzino etc.).
  2. B)  LOTTO 2
    Impianto in via San Luigi Gonzaga – loc. Montecelio, distinto in catasto alla Sez. C – Foglio 15 P.lla 151, con annesso, tra l’altro, un campo di gioco recintato delle misure 33,5m x 17,2m circa e una gradinata (4 scaloni fuori terra), in cemento armato, di 12,5m circa posta parallela al lato lungo del campo.
  3. C)  LOTTO 3
    Palestra comunale in piazza Martiri delle Foibe – loc. Villalba, distinta in catasto alla Sez. A – Foglio 25 – P.lla 666, di dimensioni 31,4m x 17,5m, con altezza di 7m, dotata di tribune.

1) Riqualificazione e/o ammodernamento del manto dei campi di gioco principali e secondari (calcio, tennis etc.) interni agli impianti;

2) Rigenerazione delle recinzioni dei campi di gioco e delle superfici perimetrali in muratura degli impianti;

3) Rigenerazione e riqualificazione delle tribune, degli spalti, degli spogliatoi e dei locali di servizio, ove presenti;

4) Ammodernamento e adeguamento ai più aggiornati protocolli di sicurezza igienico-sanitaria, attuativi delle Linee guida del Dipartimento per lo Sport, degli spazi riservati ai servizi di supporto (es. spogliatoi, locali tecnici, uffici ecc.) e per il pubblico (es. tribune, servizi igienici, segnaletica, separazione flussi in ingresso e in uscita), ove presenti;

5) Adeguamento generale degli impianti rigenerati, riqualificati e/o ammodernati alle normative in tema di impiantistica e sicurezza, al fine di ottenere le certificazioni necessarie previste dalla normativa vigente;

6) Rigenerazione ed efficientamento degli impianti tecnici dal punto di vista del risparmio di CO2 e della produzione di energia (es. illuminazione con fari a LED, produzione di acqua calda sanitaria, riscaldamento degli ambienti, drenaggio e recupero dell’acqua piovana);

7) Realizzazione di tutti i lavori da parte di imprese qualificate che hanno ottenuto certificazione di qualità;

8) Prevedere, ai fini della successiva assegnazione in concessione, specifici criteri premianti per le proposte che riservino l’applicazione di tariffe agevolate e/o esenzioni riferite a disabilità, fasce di età e fasce di reddito degli utenti;

9) Riserva di utilizzo gratuito dell’impianto, per almeno 10 giorni l’anno, per lo svolgimento di manifestazioni, anche non sportive, organizzate dal Comune di Guidonia Montecelio o da esso patrocinate.

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.