GUIDONIA – Un bollettino di guerra. Alberi crollati, danni, disagi e una vittime. Causa il maltempo proveniente dalla Siberia con raffiche di vento simili a quelle della bora triestina, una persona è morta (Tragedia a Guidonia). Il sindaco  5Stelle Michel Barbet, che da stamattina segue le emergenze personalmente, ha disposto d’urgenza una ordinanza di chiusura del cimitero all’interno del quale sono presenti parecchi esemplari di alberi d’alto fusto, pericolosi per la pubblica incolumità.

A Montecelio si registrano pini caduti, la popolazione si è attivata per rimuovere i detriti. Altre situazioni di allerta sono segnalate sulla SP 28 bis, dove un albero è caduto sulla carreggiata, rami pericolanti sono segnalati prima del distributore Tamoil in direzione Guidonia.

Altri alberi crollati si segnalano a Guidonia in via Archita di Taranto; a Colleverde in via Monte Gran Paradiso; a Colle Fiorito nel giardino della Mezza Luna dove un pino è caduto sul recinto di un condominio. A Marco Simone Vecchio, all’angolo tra via Svetonio e via Teopompo è esplosa una cabina elettrica. Segnalazioni arrivano anche in relazione all’interruzione dell’energia elettrica. Sul posto Polizia e i vigili del fuoco. La Protezione Civile della Regione Lazio ha prorogato l’ allerta meteo fino alle 24 di domenica, causa vento che soffia a una velocità tra i 40 ed i 70 km all’ ora.

 

 

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.