L’ANNUNCIO ieri mattina. Daniele Leodori, il presidente della Regione Lazio facente funzione, in assenza di Nicola Zingaretti impedito dal Covid-19, divulgava alle agenzie di stampa la notizia dell’arrivo di 450.000 mascherine (600.000 per l’Ansa). A disposizione di Comuni e personale sanitario. Uno stock di dispositivi di protezione individuale acquistato dal governo in numeri ben superiori e destinato alle 20 regioni italiane, non solo al Lazio. Ma quali mascherine? Già le polemiche erano esplose un paio di settimane fa quando, qualche pezzo, era finito in Lombardia e in anteprima sulle bocche di medici e personale sanitario del nosocomio di Tivoli, con tanto di proteste. Per questo si pensava che qualcuno con sale in zucca le avesse semplicemente fatte sparire. Nonostante il dubbio, «saranno le stesse?», ieri l’annuncio di Leodori lo avesse sollevato.

Una giornata senza tempo quella di venerdì 27 marzo, per il picco dei morti in Italia, quasi 1000, per Papa Francesco solo sul sagrato della basilica di San Pietro, sotto un cielo plumbeo e davanti alla piazza deserta, anche per il video virale del governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, il primo a trovarsi tra le mani le mascherine modello «Bugs Bunny», quelle «buone per pulirci gli occhiali». E ancora il dubbio: saranno le stesse annunciate da Leodori? Possibile? Stamattina i pezzi destinati ai Comuni del Lazio sono giunti a destinazione.

Al Comune di Mentana sono arrivati. Scrive il consigliere della Lega Francesco Petrocchi su Facebook: «Queste sono le fatidiche mascherine che la Regione Lazio sta distribuendo ai Comuni per gli operatori, i volontari, le forze di sicurezza locale e, se avanzano, ai cittadini. Secondo voi la carta igienica protegge dal contagio ?». Sono le stesse pezzette Swiffer lavapavimenti. Al Comune di Mentana la Protezione civile ne sta distribuendo 4000 pezzi come stabilito in rapporto al numero della popolazione.
A Guidonia Montecelio ne arriveranno, se non già arrivare, 10000 con il quadruplo dei residenti. Vale per tutte le città di questo quadrante. Anche a Monterotondo ne aspettano 4000 pezzi come annunciato ieri dal sindaco Riccardo Varone in un video. Si attendono reazioni.

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.