GUIDONIA – Sarà la Croce Rossa a vigilare sul valore del pacco alimentare che non dovrà in nessun caso superare i 50 euro per le famiglie mononucleari e i 100 euro per chi ha più figli minori. Tutto questo da oggi martedì 1 aprile. Giorno in cui il dirigente ai Servizi sociali del Comune di Guidonia Montecelio Carola Pasquali ha firmato una nuova determina (che integra e modifica precedenti atti) che impegna fondi per fare fronte alla emergenza sanitaria e sociale del Covid-19. Trentamila euro, già indicati dalla giunta comunale quale somma necessaria con la delibera del 30 marzo, verranno quindi erogati in tre tranches e gestiti direttamente dalla Croce Rossa per l’acquisto di generi alimentari: 16.000 liquidati subito a titolo di acconto, 10.000  il 16 aprile, i rimanenti 4.000 a fine emergenza fissata dal dirigente al 31 maggio 2020. Duemila euro, per un totale impegnato di 32.000, vengono riconosciuti all’associazione a titolo di rimborso delle spese vive sostenute da erogarsi dietro presentazione di puntuale rendicontazione.

I beneficiari della spesa solidale saranno individuati dai Servizi sociali comunicali e comunicati alla Croce Rossa. La determinazione di Pasquali stabilisce infatti che, in esecuzione degli indirizzi della giunta 5Stelle, Stabilire, per accedere alla misura di sostegno prevista dal presente provvedimento, come pure a quelle approvate-e incorso di approvazione da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri e e della RegioneLazio, «il nucleo familiare dovrà essere preso in carico dal Servizio sociale e i destinatari dovranno comunque possedere i seguenti requisiti:

1. Residenza/domicilio nel Comune di Guidonia Montecelio.
2. Per i cittadini stranieri non appartenenti all’UnioneEuropea, il possesso di un titolo di soggiorno in corso di validità.
3. Essere in carico ai Servizi sociali comunali; qualora si tratti di nuclei familiari non incarico ai servizi sociali questi ne dovranno accertare lo stato di bisogno e procedere alla presa in carico, privilegiando nuclei familiari con un disabile all’interno dello stesso nucleo e/o sostengono una spesa per l’affitto e/o hanno due o più figli a carico.
4. Di trovarsi in una situazione di bisogno a causa dell’applicazione delle norme relative al contenimento della epidemiada Covid-19, previa autocertificazione che ne attesti lo stato.
5. Di non non essere beneficiari di altre forme di sostegno al reddito e alla povertà erogati da Enti pubblici (es. reddito di cittadinanza etc). Solo in casi eccezionali è possibile procedere al contributo, previa certificazione dei servizi sociali competenti.

Le famiglie in situazione di contingente indigenza economica derivante dalla emergenza epidemiologica Covid-19,  per poter accedere a tale misura, potranno contattare gli operatori del Segretariato Sociale e del Servizio Sociale Professionale scrivendo un’email all’indirizzo:
segretariatosociale@guidonia.org

In alternativa, è possibile contattare telefonicamente l’ufficio ai seguenti numeri:

0774301488 0774301212 0774301494 0774301495
0774301399 0774301324 3287221486 3933323236
attivi il lunedìmercoledìvenerdì dalle ore 8:00 alle ore 14:00
il martedìgiovedì dalle ore 8:00 alle ore 17:00
AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.