GUIDONIA – Davide Russo, vice sindaco al Comune di Guidonia Montecelio, seconda città non capoluogo di provincia in Italia, è anche assessore con diverse deleghe pesanti e impegnative: Sviluppo e Rilancio Economico, nelle materie di Attività Produttive e Commercio (SUAP), Pmi e Industria, Agricoltura e Artigianato, Lavoro, Formazione Professionale, Centro Competenza Rilancio Economico (Ufficio Europa, Lavoro, Sviluppo Locale sostenibile), Legalità Sociale e Servizi Socio-Sanitari ed integrazione. Insomma, ha un bel po’ da fare in una città tanto grande, eppure riesce ad essere consigliere per il M5S a Bronte in Sicilia.

Nel 2015 Russo si candidò a sindaco con la lista di Beppe Grillo nella capitale  mondiale del pistacchio insieme ad altri quattro candidati e riuscì a spuntare 1.220 voti in totale con 195 preferenze. Il 10,37% raggiunto, permise al M5S di ottenere un seggio che fu occupato dalla candidata con più preferenze (254), Valeria Franco. Bronte conta 19.117 abitanti e gli elettori furono 19.004 a cui si aggiungono i Brontesi  residenti all’estero 3717 e i 117 residenti comunitari che chiesero di poter votare. In totale furono 12 liste e 240 candidati.

Nel luglio 2017 Davide Russo è stato nominato assessore nella nostra città. Il 4  aprile 2019 il consigliere di Bronte,  Valeria Franco, prima eletta nel M5S  ha dato le dimissioni con una accorata lettera per motivi personali. Il il 9 aprile in consiglio comunale si prende atto della surroga a Russo Davide che era il primo dei non eletti. Dopo un vivace dibattito in aula, soprattutto per la mancanza del surrogato e la incompatibilità in quanto si evidenziava che Russo era assessore a Guidonia Montecelio, ci fu l’intervento del segretario comunale Giuseppe Bartorilla che ha spiegato: «L’ordinamento giuridico non permette ai consiglieri di svolgere il ruolo di assessore o consigliere in altri Comuni. In questa sede si sta sollevando la questione di incompatibilità, di conseguenza bisogna assegnare 10 giorni per permettere al surrogante di presentare osservazioni. Poi il Consiglio si riunirà per deliberare l’eventuale sussistenza dalla incompatibilità e chiederà al surrogante di eliminarla, scegliendo quale delle 2 cariche vorrà mantenere. In base alla decisione il Consiglio dovrà deliberare se completare la surroga o dichiarare Russo decaduto». Fonte «La Sicilia» del 17-04-2019

Dal verbale di consiglio si evince ancora dall’intervento del segretario comunale: «Apprendo in questa sede che il consigliere subentrante ricopre in questo momento la carica di assessore in altro comune della Repubblica. Ci dobbiamo raffrontare con due ordinamenti giuridici.  L’esistenza di una causa di incompatibilità non significa, ovviamente, che il sig. Russo non possa svolgere il ruolo di consigliere comunale presso il Comune di Bronte. Si può procedere solo alla sola convalida dell’elezione e conseguentemente alla surroga, contestando, nel contempo, al consigliere subentrante la superiore causa di incompatibilità». Ricevute o non ricevute le osservazioni citate nei successivi dieci giorni dal termine, il consiglio comunale delibera definitivamente sulla sussistenza o meno della causa di incompatibilità citata, invitandolo, tale ultima eventualità, a rimuoverla. Qualora il consigliere non provveda a rimuoverla entro i successivi dieci giorni il consiglio comunale, in ulteriore deliberazione, lo dichiara decaduto. Undici consiglieri di Bronte con voto unanime deliberarono di:

  • Prendere atto della insussistenza di incandidabilità e di ineleggibilità  del consigliere
  • Di surrogare
  • Di contestare nelle forme di legge la sussistenza di causa di incompatibilità con l’acquisita carica di consigliere comunale in quanto quest’ultimo ad oggi ricopre la carica di assessore presso il Comune di Guidonia Montecelio.
  • Di assegnare al consigliere sig Davide Russo dieci giorni dalla notifica del presente atto ai fini della presentazione di eventuali osservazioni. (e.am)

 

 

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.