GUIDONIA – Il capogruppo del movimento 5Stelle Giuliano Santoboni scrive di nuora perché suocera intenda. Sul suo blog personale, racconta le dimissioni dal consiglio comunale mentanese Davide Perria  («non mi riconosco più nel M5S», la motivazione), per mandare un messaggio a Loredana Terzulli e Claudio Zarro, i due ex che al contrario hanno lasciato il movimento senza scollarsi dallo scranno. Una bella differenza, lascia intendere Santoboni, che indirettamente accusa i colleghi dissidenti e fuoriusciti di avere operato una scelta opportunistica, non come Parria che invece è rispettoso del mandato dei cittadini.

«Parria annuncia di essersi dimesso dal consiglio comunale garibaldino per tornare alla sua vita da avvocato – scrive il capogruppo – lasciando il posto al primo dei non eletti del M5S nelle elezioni del 2016. Non lo nascondo, mi è molto dispiaciuto, David è sempre stato un compagno di viaggio con cui confrontarsi, un vero animatore politico del quadrante a nord est di Roma, e unico baluardo a far sentire la voce pentastellata nella minoranza mentanese. Le sue parole fanno riflettere, e l’analisi su come sia cambiato il M5S in questi anni sono certo che costituiranno un concreto contributo e motivo di confronto per tutti coloro, come me, che invece decidono di restare e provare a vincere questa sfida fino alla fine».

Poi, Santoboni tira in ballo il codice etico e il rispetto del voto dei cittadini, etichettando chi non lo fa come traditore, il riferimento è chiaro a Terzulli e Zarro.

«Tutti gli eletti M5S lo hanno praticamente giurato all’atto dell’accettazione della candidatura con tanto di sottoscrizione di un codice etico: Se un giorno si dovesse cambiare idea e non ci si sentirà più in linea con il gruppo locale o con le linee del nazionale, arrivederci e grazie, si danno le dimissioni e avanti al successivo in lista. Questa è coerenza, questo vuol dire non essere traditori e restituire ai cittadini la fiducia avuta. E un passaggio del messaggio di David lo spiega perfettamente: “Trovo, quindi, giusto che in consiglio comunale sieda qualcuno che in questo nuovo corso politico creda, permettendo ai cittadini di Mentana che si riconoscono nell’attuale Movimento 5 Stelle di sentirsi ancora rappresentati dentro le istituzioni cittadine“».

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.