GUIDONIA – Sostenere la terza età che a Guidonia Montecelio, grande città di 92mila abitanti a un passo da Roma, rappresenta il 13,4 per cento della popolazione. Per farlo è necessaria una «programmazione strategica» degli interventi di parte pubblica in stretta collaborazione con le rappresentanze sindacali degli anziani. Da questa esigenza prende forma il protocollo d’intesa sottoscritto ieri, venerdì 4 ottobre, tra il sindaco Michel Barbet, in rappresentanza Comune di Guidonia Montecelio, e le sigle dei pensionati di Spi Cgil Rieti Roma, Fnp Cisl Roma Capitale Rieti e Uilp ILP. Il documento, già condiviso dalla giunta 5Stelle, fornisce le linee di indirizzo per strutturare una rete di servizi sociali sempre più articolata ed idonea a fronteggiare la complessità dei bisogni degli ultra 65enni attivi e in buona salute. L’accordo concretamente prevede una stretta sinergia tra il Comune e le rappresentanze sindacali anche sulle risorse da determinare nei  prossimi bilanci di spesa a favore delle politiche sociali per gli anziani, una diversa politica fiscale e tariffaria, il recupero di risorse dalla lotta all’evasione fiscale da investire in servizi, una carta dell’anziano che garantisca agevolazioni economiche e semplificazioni nei rapporti con la pubblica amministrazione.

I sindacati, il protocollo e la medicina di genere

Gli anziani sono una risorsa per tutta la comunità, senza i quali verrebbe meno il sostegno alle generazioni più giovani. È questo il presupposto dal quale è nata l’esigenza del protocollo, un documento d’indirizzo che si articola su tre specifici tavoli e macro-aree: a) politiche sociali e territoriali per gli anziani; b) politiche per l’invecchiamento attivo; c) le questioni di genere e i problemi delle donne anziane. Proprio la medicina di genere, che ha trovato riconoscimento con una legge approvata nel 2018, è uno dei punti focali del documento. Recenti studi medici hanno determinato la stessa aspettativa di «vita sana»  tra i due sessi purché differenti siano gli interventi sanitari, per questo è importante sostenere politiche di supporto all’invecchiamento sano della popolazione tenendo conto del genere. Prevenzione delle malattie, diagnosi e cure devono tenere in conto le differenze derivanti dal genere, al fine di garantire la qualità e l’appropriatezza delle prestazioni sanitarie erogate in modo omogeneo e capillare.

Il sindaco Barbet

«Riteniamo importante la concertazione e la partecipazione nella fase di programmazione e definizione dei servizi e degli interventi in ambito sociale, i soggetti del terzo settore, le realtà associazionistiche, nonché i sindacati maggiormente rappresentativi – ha detto il sindaco in una nota social -. Il protocollo è frutto di un approfondimento congiunto sulla condizione degli anziani della città, che ha visto coinvolti l’assessoreoDavide Russo, il Presidente della commissione sulle Politiche sociali Matteo Castorino e le organizzazioni sindacali pensionati di Guidonia Montecelio».

Il Festival degli anziani

Il primo atto concreto di questa collaborazione tra Comune e sigle sindacali è la partecipazione dei sindacati dei pensionati a «#attivamente-Festival della Terza Età», la due giorni dedicata agli anziani in calendario oggi e domani, 5 e 6 ottobre (mese degli anziani) in Piazza Matteotti, Teatro Imperiale e Piazza 2 Giugno: tanti gli eventi in previsione con musica, danza, teatro, laboratori, street food ed attività ludiche di vario genere.

Elisabetta Aniballi
AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.