«I procedimenti e i conseguenti provvedimenti di competenza della Regione e dei comuni relativi ai titoli autorizzatori per l’esercizio delle attività estrattive […] sono sospesi dalla data di entrata in vigore della presente legge» e comunque fino al completamento delle attività di verifica ambientale che dovranno essere ultimate entro e non oltre 18 mesi. La norma «salva cave» (contenuta nel collegato al bilancio regionale) è stata pubblicata oggi  (23 ottobre) sul Bur (bollettino ufficiale della Regione Lazio) ed è quindi in vigore in ogni suo effetto, essa fa riferimento «a ciascuna attività estrattiva» comprese quelle già oggetto di revoca. Fino al termine della sospensione «i titolari dell’autorizzazione possono proseguire l’attività in conformità a quanto previsto dalle norme vigenti».

BUR-2018-86-0 (1)

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.