Presepe Vivente - Montecelio 2011

GUIDONIA – Tanto tuonò (sui social) che piovve… il contributo (anche) per il Presepe vivente di Montecelio. Con determinazione di impegno di spesa prodotta (solo) il 22 dicembre 2017 e pubblicata oggi all’albo pretorio online, il comune di Guidonia Montecelio ha disposto la erogazione di 750 euro una tantum a beneficio della associazione Karol Wojtyla di Antonio Di Giovannantonio che ha curato l’evento nel Borgo antico. Un provvedimento “riparatore”, giunto in extremis e solo dopo le polemiche sollevate da più di qualche attento osservatore su un noto social network.

Fino a quel momento, l’amministrazione pentastellata a guida Michel Barbet, aveva infatti prediletto in via esclusiva la rappresentazione vivente organizzata da una altra associazione (I Colori del Mondo dell’amica Gianna Ferraresi) con sede in Colle Fiorito, alla quale con giusto anticipo (il 30 novembre del 2017) il comune aveva riconosciuto la somma (guarda un po’) di 750 euro quale contributo alla realizzazione dell’evento. Una discrepanza di trattamento con altre realtà del territorio che non poteva che trovare motivazione nella comunanza (politica) di intenti, facendo però nell’associazionismo locale figli e figliastri. Se è vero – se ne legge in determina – che la onlus della Ferraresi aveva fatto pervenire una proposta-offerta (poi accolta in tempi record e in assenza di manifestazioni di interesse aperte dall’Ente) assunta al protocollo generale il 7 novembre del 2017, e si era vista riconoscere il finanziamento il 30 novembre di quello stesso mese. Ora si scopre che la richiesta di Di Giovannantonio era addirittura antecedente, assunta al protocollo dell’ente con nota 095361 in data 24 ottobre del 2017. Eppure l’associazione monticellese si è vista riconoscere il contributo solo all’antivigilia di Natale, in extremis appunto e a polemiche già divampate. Una toppa (dell’amministrazione) che è peggio del buco. (Foto di copertina da Montecelio.net nella rappresentazione del Presepe vivente edizione del 2010-2011)

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.