GUIDONIA – Negli Stati Uniti li chiamano avvocati d’affari, in queste latitudini principi del Foro, massimi esperti, definizioni che calzano a Arturo Cancrini, incaricato dal Comune di Guidonia Montecelio di trattate il nuovo appalto della mensa scolastica. Una consulenza tecnico giuridica al costo di 18mila euro, iva e contributi inclusi. Materia evidentemente ritenuta delicata dall’«assessoressa» alla Cultura e pubblica istruzione Elisa Strani. Lo si intuisce dalle premesse della determina d’incarico: le attività richieste – si legge – dovranno anche riguardare la fase conclusiva del contratto in essere con Bioristoro Srl. Vale a dire: l’avvocato dovrà trattare per via «legale stragiudiziale» i contenziosi con l’appaltatore, di quale valenza economica non è dato sapere. Ma la determina a firma del dirigente Carola Pasquali (la numero 15 del 26 novembre 2019) svela più particolari. Ad esempio che le «complessità e rilevanza dell’appalto di refezione scolastica, sia in termini economici che di programmazione, progettazione e gestione» richiedono il numero uno degli studi legali, anche a causa «del cosiddetto pasto domestico, alla luce della recente sentenza della Corte di Cassazione-Sezioni Unite Civili numero 20504/2019».

Su tali, inequivocabili motivazioni, l’amministrazione 5Stelle ha dato mandato agli uffici di cercare sul mercato degli avvocati di grido. La consulenza è di platino ma vale la pena. L’appalto di refezione scolastica è in scadenza il 6 gennaio 2020, nelle prossime settimane c’è da istruire il nuovo capitolato e trasferire l’onere della gara alla IX Comunità Montana, la Centrale unica di committenza a cui il Comune si è affidato. Un lavoro non da poco, che richiede competenze e dedizione per la scelta del nuovo contraente di un servizio che, nei costi di 5 anni fa, pesa sull’Ente per 11.929.600,00 di euro più iva. Ecco allora che le esigenze del Comune incontrano quelle del principe del foro, un curriculum da far rabbrividire. Esperto amministrativista, ha ispirato il decreto sblocca cantieri convertito nella legge 55 del 2019; massimo conoscitore del codice degli appalti del 2016, docente universitario e promotore del manifesto «Ora basta» al fianco delle principali aziende pubbliche del Paese tra cui Impregilo Spa. Arturo Cancrini è molto altro. Membro della Commissione incaricata dal Comune di Roma di predisporre il contratto di servizio con le proprie aziende municipalizzate; componente della Consulta Giuridica dell’Ance (Associazione nazionale costruttori edili) dove lavora il sindaco 5Stelle di Guidonia Montecelio Michel Barbet; membro del Comitato scientifico dell’associazione «Verso l’Europa» costituita dal ministero dei Lavori pubblici unitamente alla Confindustria ed all’Iri. Il suo studio legale associato Cancrini&Parteners, nel cuore della Roma che conta, difende i dirigenti Anas, aziende e consorzi. È massimo esperto di appalti e amministrazioni pubbliche, avvocato che rappresenta gli interessi di moltissimi costruttori italiani. Già nel 2008 le cronache de L’Espresso lo fotografano come l’«assopigliatutto» degli arbitrati. Con parcelle da capogiro. In quell’anno, riporta il periodico, «su 79 arbitrati messi in moto dall’Anas, ben 55 sono andati a Cancrini (35) e al suo socio Piselli (20) che si sono così spartiti (i collegi hanno tre componenti: al presidente spetta il 40 per cento del compenso complessivo, agli altri due il 30 ciascuno), parcelle per almeno 14 milioni di euro». 

Una procedura d’appalto in via di definizione: il Comune dovrà predisporre e pubblicare, attraverso il Coc, il bando pubblico per l’individuazione del soggetto cui affidare la gestione del servizio. A seguire la fase istruttoria, il Responsabile unico del procedimento (Rup) individuato dal dirigente in Corrado Cardoni. Sarà il funzionario a lavorare a stretto contatto con il consulente giuridico e con l’altro tecnico, l’ingegnere Marco Maso, esperto in materia di sicurezza, dipendente della Città Metropolitana di Roma Capitale, che al costo di 720,00 euro si occuperà di valutare la condizione strutturale dei refettori. Un’altra consulenza affidata con determina, la numero 8 dell’11 novembre 2019.

 

Elisabetta Aniballi
AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.