GUIDONIA – Una girandola di avvicendamenti, di addii silenziosi nel caso di Romina Polverini, l’assessora defenestrata per sopravvenuta mancanza di fiducia dopo che si era dimessa dal consiglio comunale, o tra le polemiche come per la geologa Tiziana Guida, designata all’Ambiente a inizio mandato. Non i soli collaboratori di Michel Barbet, il sindaco 5Stelle di Guidonia Montecelio, a gettare la spugna in due anni di governo esatti. Nel tempo, stessa sorte toccava, per ragioni differenti, a Agostino Bultrini, l’avvocato amministrativista chiamato a ottobre scorso alla guida del Personale, prima ancora a Paolo Aprile, Antonio Castellino, Marco Colazza.

Oggi la casella del Personale, rimasta scoperta dopo l’addio di Bultrini avvenuto ad aprile, è stata riempita con la nomina di Adriana Cali, 56enne impiegata nello staff del vicepresidente del consiglio regionale del Lazio, il 5Stelle Devid Porrello. I commenti del sindaco hanno seguito il solito copione: è brava e preparata, la dottoressa farà bene, la persona giusta al posto giusto. La girandola continua? Se Calì entra, altri assessori sono dati dai rumors in uscita, si vedrà nei prossimi mesi. Intanto, nell’assenza di indirizzi strategici degni di tale nome proprio nella gestione dei dipendenti, dove a mancare è stata la capacità di una programmazione che calibrasse le uscite, tra pensionamenti e quota cento, e nuovi assunti, il neoassessore si troverà subito sul tavolo i rapporti tesi con le organizzazioni sindacali, le mobilità aperte per 26 nuovi dipendenti e un dirigente, la spinosa questione della chiusura degli uffici decentrati per mancanza di personale. Una inversione di tendenza sulla gestione delle risorse umane, giudicata fallimentare, sembra però di impossibile realizzazione.

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.