GUIDONIA – Smentito dai numeri. Quelli riportati nel Dup, il Documento unico di programmazione, propedeutico al Bilancio di previsione 2022/24, licenziato mercoledì 1 giugno dal consiglio comunale CLICCA E APRI IL LINK, LEGGI A PAGINA 28. Sono i dati ufficiali, gli unici di cui tenere conto. Un raccordo con i Dup degli anni precedenti, una consultazione del sito dell’Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale), confermano la tendenza di Michel Barbet a mistificare la realtà, prerogativa dei 5Stelle in generale. Sta di fatto che l’annuncio arrivato dal sindaco uscente «la raccolta differenziata è al 70%» è un falso storico. Una menzogna spacciata per verità che ha tratto in inganno anche la stampa accreditata e pigra quando si tratta di verifiche fattuali. Sì, perché il Dup riporta (appunto) altri numeri.

Leggi anche Altre fake news istituzionali, il sindaco grillino: «Vinto il bando regionale Ossigeno» ma non è vero 

Nel corso del 2021 la raccolta differenziata nel Comune di Guidonia Montecelio si è attestata al 68,77% e non è mai arrivata alla cifra tonda comunicata da Barbet, con tutta evidenza per tirare l’acqua al mulino progressista e al candidato sindaco comune Alberto Cuccuru su cui i 5Stelle fanno affidamento insieme al Pd per vincere le elezioni del prossimo 12 giugno. Una percentuale che non si discosta poi tanto dall’anno precedente e da quello prima ancora (fonte ancora il Documento unico di programmazione), quando il dato relativo alla raccolta dei rifiuti nella terza città del Lazio oscillava tra il 65.40 e il 65,57% degli anni 2019/2020. Numeri confermati dall’Ispra. Ma il raffronto davvero interessante è quello con l’anno 2015. Quando, secondo i calcoli effettuati dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, la percentuale di raccolta differenziata già si attestata al 64,47, dopo gli anni non certo facili dell’avvio del servizio partito nel 2009.

Per approfondire leggi il DUP 2021:2023 PAGINA 36

Per approfondire leggi il DUP 2020:22 PAGINA 51

Ma il dato ulteriormente significato lo fornisce ancora l’Ispra. Riferito al crollo della percentuale di raccolta durante i primi 2 anni dell’amministrazione grillina (e rispetto al 2015): 62,16% nel 2017; 61;81 nel 2018.

I dati Ispra

Questo episodio, come altri che si sono verificati durante gli anni dell’amministrazione 5Stelle, confermano la cultura grillina dell’approssimazione e della mistificazione. Una pessima formula se applicata alla comunicazione istituzionale che al contrario dovrebbe contenere elementi di certezza inconfutabili. Se fosse un venditore, Barbet sarebbe considerato inattendibile, un soggetto a cui legare la famosa domanda retorica: comprereste un’auto da uno cosi?

     


Simone di Ventura - 720
AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua trentennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.