GUIDONIA – Per ora di certo ci sono solo «gli esiti dell’istruttoria predisposta dal Responsabile del procedimento (Rup)». Questi esiti dicono che il progetto presentato dal Comune di Guidonia Montecelio è stato ritenuto ammissibile e sarà sottoposto alla valutazione della commissione tecnica, come altri 100 arrivati alla Regione Lazio da Comuni, Enti, associazioni, Fondazioni. Tutto scritto nella determinazione regionale di ieri, martedì 26 gennaio_2021, pubblicata all’albo pretorio della stessa Regione, oggetto: «Manifestazione d’interesse per la selezione di progetti su aree pubbliche o ad uso pubblico finalizzati alla piantumazione di nuovi alberi e arbusti nel territorio della Regione Lazio. Approvazione esiti istruttoria amministrativa – elenco dei soggetti ammessi alla valutazione della commissione giudicatrice». 

Il Comune di Guidonia Montecelio è presente nell’elenco, tra i progetti che sono stati ritenuti ammissibili, inviati nei termini.  Al momento però non ci sono vincitori e vinti relativamente alla manifestazione d’interesse denominata «Ossigeno», aperta dalla Regione Lazio con determinazione G09262 del 3agosto 2020. Così, ancora una volta, la comunicazione istituzionale del sindaco Michel Barbet si dimostra impropria e distorsiva della verità sostanziale. Oggi infatti, sulla sua pagina Facebook, il primo cittadino ha dato l’annuncio che «il Comune di Guidonia Montecelio ha vinto il bando “Ossigeno” della Regione Lazio con il progetto «Il Giardino che vorrei» che prevede la piantumazione di numerose alberature in quattro plessi scolastici della Città». Semplicemente un fatto al momento non vero.

Il bando della Regione è suddiviso in 6 lotti territoriali con Roma, l’area metropolitana e le province del Lazio. Il finanziamento complessivo stanziato nel triennio 2020-2022 per la fornitura e la messa a dimora di specie arboree e arbustive attraverso progetti dedicati è di 10 milioni di euro. Che andranno suddivisi tra i Comuni, Enti e associazioni, Fondazioni in base a criteri che devono essere ancora valutati da una commissione giudicatrice, a cui spetterà il compito di «formulare la graduatoria dei progetti vincitori e finanziabili, per la provincia di Roma, con complessivi 623.571,00, come da copertura finanziaria prevista per il 2020».
Per ora la Regione ha acquisito gli esiti dell’istruttoria ai fini della ammissibilità delle adesioni pervenute, adesso la palla passa alla commissione, nominata il 26 novembre 2020,  «incaricata di procedere alla valutazione tecnica delle proposte progettuali pervenute. Dovrà attribuire un punteggio complessivo, con un valore massimo pari a 100, ottenibile dalla somma di punteggi parziali assegnati in base ai criteri di valutazione indicati all’art. 7 dell’avviso/manifestazione d’interesse». Solo all’esito delle attribuzioni, e con la pubblicazione della graduatoria dei progetti ammessi a finanziamento, Barbet potrà dire di avere vinto il bando «Ossigeno».

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.