GUIDONIA – Chi diceva che una immagine vale più di mille parole? Dalla foto del gomito a gomito di Michel Barbet e Marco Vincenzi – stamattina 12 novembre alla commemorazione dei Caduti di Nassiriya – passano i segnali della mutazione genetica ormai ultimata del M5S locale, sempre meno giallo e più che mai tinto di rosso. Nella giornata dell’idea pentastellata di entrare nel gruppo del Partito socialista europeo (PSE) per meglio amalgamarsi all’alleato del Partito democratico in Italia, la terza città del Lazio non è da meno e diventa palcoscenico di primo piano del nuovo corso. Dopo Nicola Zingaretti, nella Capitale comparso al fianco del neosindaco Roberto Gualtieri per celebrare il 18esimo anniversario della strage di Nassiriya (costata la vita a 19 italiani, di cui 17 militari e 2 civili, e a 9 cittadini iracheni il 12 novembre del 2003), l’altra carica più importante del sistema regionale, il presidente del consiglio Marco Vincenzi, sceglie Guidonia Montecelio, al fianco del neo alleato assimilato Michel Barbet, il sindaco grillino ma di un giallo quantomai sbiadito.

Insieme e vicini, anche troppo in periodo di pandemia, i due hanno presenziato una cerimonia solenne, alla presenza delle autorità militari e di Valerio Novelli, consigliere regionale del M5S. Più di qualcuno ha visto nella presenza di «Re» Marco, ex potentissimo sindaco di Tivoli, ex capogruppo del Pd in consiglio regionale, ras della componente più strutturata, al momento, dell’asse tiburtino fino alla valle dell’Aniene, un forte segnale politico di sostegno a un sindaco sempre più suo, sballottato dai consiglieri stellati che gli chiedono di rivedere la giunta e fare a meno della vice Elisa Strani. Sarà veramente cosi? Certo se l’immagine vale più di mille parole, quella che rimanda il gomito a gomito tra i Nostri è l’emblema di una amalgama cercata e trovata con il Partito democratico ai sui massimi livelli. La campagna elettorale è già iniziata e lui, il sindaco, ha già detto che non si ricandiderà. Appoggiarlo fino all’ultimo di questa sventurata avventura amministrativa è il minimo che gli si potesse garantire in cambio.   

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.