MONTEROTONDO – Il termine ultime per la presentazione delle candidature è scaduto ieri pomeriggio, il voto per le Primarie del centrosinistra è già in calendario il 17 marzo, dalla consultazione – aperta a simpatizzanti e iscritti del Partito democratico ma anche alle liste civiche già in coalizione – uscirà il nome del candidato sindaco del centrosinistra alle elezioni comunali di primavera.  A formalizzare la candidatura alla fine sono stati Ruggero Ruggeri e Riccardo Varone. Una lunga militanza nelle istituzioni locali e provinciali, imprenditore, Ruggeri ci riprova con lo strumento delle Primarie (aveva già sfidato Mauro Alessandri), e fare il sindaco della sua città sarebbe il coronamento di un impegno decennale che in ultimo l’ha portato alla presidenza del consiglio comunale; alla seconda consiliatura, il giovane Varone è attualmente assessore alla Cultura e politiche sociali.

«Ho il piacere di annunciarvi che oggi pomeriggio ho presentato formalmente la mia candidatura alle elezioni Primarie per la scelta del candidato sindaco del Centrosinistra che si terranno il 17 marzo – ha scritto Varone sulla pagina Facebook – è un momento molto importante per me che raccolgo con consapevolezza questa nuova sfida e per tutte le persone, davvero tante, che pure al di fuori degli ambienti della politica attiva mi hanno incoraggiato a questo passo».

«Siamo i candidati alle elezioni Primarie per il candidato sindaco di Monterotondo, uniti si vince» ha commentato Ruggeri. La campagna elettorale è partita.

Elisabetta Aniballi
AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

1Commento
  • Avatar
    Nino Di Franco

    Il candidato sindaco R.V. vuole estendere la movida da via Cavour a tutto il centro storico, incentivando l’apertura di localini, con la conseguente continua confusione, schiamazzi, ubriachi, traffici fino all’alba, pedonalizzazione con divieto di parcheggio per le macchine (che così potremo comodamente parcheggiare in tasca) crollo della qualità della vita e deprezzamento della case, come avvenuto in via Cavour. Per fortuna ancora si può votare.

    marzo 12, 2019

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.