GUIDONIA – La fotografia del contagio suddiviso per quartiere (il dato è nella disponibilità di chi scrive) è ferma a venerdì 27 marzo. Quando il totale dei positivi al Covid-19 nel Comune di Guidonia Montecelio era fermo a 48 casi: oggi (martedì 31 marzo) sono diventati 57: 9 in più di 4 giorni fa che non è possibile localizzare. Venerdì scorso, invece, la mappa dell’infezione per singolo quartiere era la seguente: 1 solo contagio a Guidonia centro; 4 i casi  registrati in ciascuna delle frazioni di Villalba, Colle Fiorito, Setteville, Colleverde e La Botte; 3 i contagiati dall’inizio dell’epidemia a Villanova; 1 «al Laghetto» (Marco Simone?); 1 all’interno della casa di riposo (nei pressi del centro commerciale tiburtino) Villa Torcigliani; e ancora: 1 a Pichini, 1 a Montecelio, zero all’Albuccione. È dunque nel quartiere di Setteville Nord (il quartiere è Setteville Nord Marco Simone) che dall’inizio dell’infezione si è concentrato il maggior numero di contagiati: 20 i casi registrati fino a venerdì 27 marzo. Con una popolazione residente di circa 14 mila unità, la frazione più vicina a Roma conta una incidenza del contagio dello 0,14%, vale a dire 1,4 malati ogni 1.000 abitanti. D’altro canto, il dato complessivo (48 contagiati) in rapporto alla popolazione generale che è di 89.671 residenti, mostrava invece, venerdì scorso, una incidenza della malattia dello 0,05%, vale a dire: 5 contagiati ogni 10.000 abitanti. Oggi i casi sono diventati complessivamente 57, e il dato sull’incidenza del virus nella terza città della regione, nel rapporto casi totali/popolazione, sale allo 0,06%, ossia 6 malati ogni 10.000 abitanti.

Un quadro che desta più di qualche preoccupazione tra gli addetti ai lavori. A parere di chi scrive, sarebbe utile che il sindaco Michel Barbet, in possesso dei dati analitici che riguardano i quartieri, per densità di popolazione ciascuno paragonabile a comuni italiani di piccole dimensioni, fornisse quotidianamente i numeri suddivisi per frazione. Sarebbe un metodo utile agli stessi cittadini per raggiungere un maggiore livello di responsabilità, e di aiuto alle forze dell’ordine per la gestione dei controlli.

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

2 Commenti
  • Antonella Fadda

    Ma ci sono contagiati anche a Marco Simone? Ma sono a casa o ricoverati

    aprile 1, 2020
  • Alvaro Crocchiante

    Buongiorno.sono Alvaro Crocchiante.ho mandato una email alla segreteria del Sindaco dove ho fatto presente di come liberare in tutto il territorio del comune rifouti abbandonati da persone incivili e criminali.Potrebbe contribuire a infezioni o altre malattie l’abbandono di questi rifiuti di ogni genere.Le ricordo che sono il gestore del centro sportivo Fantozzi di La Botte insieme con la Pro La Botte.H già fatto un articolo tempo indietro per la mancata firma del contratto come da bando vinto nel 2015 e con la condanna da parte delTAR che obbligava il comune a firmare.siamo ancora in attesa che ci chiamino.Stiamo aspettando per il commissario ad ACTA ma nom abbiamo la possibilità in questo momento di pagare virca 800 euro.Ora che stiamo chiusi per ordine del Sindaco vediamo come si comporteranno per il prossimo pagamento del canone ossis il secondo semestre da giugno 2020 a Dicembre 2020.puo’contattarmi al n.3385936036.email crocsilvi@alice.it.buona giornata

    aprile 1, 2020

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.