GUIDONIA – Progressioni verticali dei dipendenti, i consiglieri comunali delle opposizioni, quasi all’unanimità (la sola eccezione è Claudio Zarro ex M5S del gruppo misto), chiedono al sindaco Michel Barbet quale vertice politico dell’Ente, al segretario generale Livia Lardo, in qualità di massimo rappresentante dell’organo amministrativo, l’annullamento del concorso interno per le progressioni verticali del personale e la trasmissione degli atti in Procura, dopo i fatti resi noti nei giorni scorsi da questo sito d’informazione indipendente: (NE ABBIAMO SCRITTO QUI:  Concorso per progressioni verticali, le manipolazioni sull’atto dirigenziale uno e trino; E ANCHE QUI:  Strani atti dirigenziali e la guerra nel sindacato, al Comune è bufera sulle progressioni verticali). Con una nota stampa diramata oggi (lunedì 10 gennaio), a chiedere al sindaco l’adozione di provvedimenti urgenti anche attraverso una interrogazione scritta già depositata, sono Paola De Dominicis, Luca Bufalieri, Tommaso Carnevali e Alessandra Ferri del Nuovo Polo Civico; Giovanna Ammaturo di Fratelli d’Italia: Arianna Cacioni di Forza Italia; Claudio Caruso e Loredana Roscetti consiglieri del neo costituito gruppo Impegno Comune. Astenuto, invece, Claudio Zarro. L’ex grillino non ha sottoscritto l’interrogazione, nemmeno la nota stampa, comunicando ai colleghi la propria indisponibilità. Eppure, la questione ha provocato malumore tra i dipendenti comunali, perfino nel sindacato di base, dando adito a polemiche e sospetti. L’accertamento della verità fattuale, davanti ad episodi opachi come l’esistenza di tre versioni di una sola determina, richiederebbe uno sforzo di chiarezza per chi è deputato al controllo sulla regolarità degli atti e delle procedure amministrative.
«Gli Organi d’informazione, nei giorni scorsi, hanno denunciato presunte “manipolazioni” riconducibili al concorso per le progressioni verticali interessanti i dipendenti del Comune di Guidonia Montecelio – scrivono i consiglieri -. Si rappresentano, in particolare, tre distinte e differenti versioni della determinazione dirigenziale n. 180, del 23 dicembre 20211, d’individuazione del Responsabile del procedimento. Aspetto rilevante: tra i vincitori della selezione risulterebbe anche il funzionario istruttore della procedura amministrativa relativa al concorso. I sottoscritti consiglieri comunali, in una interrogazione a risposta scritta inviata al sindaco, Sig. Barbet, al presidente del consiglio, Sig.ra Loredana Terzulli, al Segretario generale, dott.ssa Lardo, hanno chiesto di annullare, in autotutela, la selezione in attesa delle necessarie verifiche sulla correttezza e legittimità delle procedure amministrative seguite complessivamente e nella fase endoprocedimentale. Inoltre, a fronte della rilevanza delle notizie diffuse e del rilevante impatto che hanno avuto sulla opinione pubblica, hanno inoltre chiesto di valutare la trasmissione degli atti alla Procura della Repubblica e alla Procura della Corte dei Conti per l’individuazione di eventuali violazioni di legge e di responsabilità contabile».
AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.