GUIDONIA – Lo ha spiegato l’assessore alle Risorse umane Andrea Saladino anche in commissione Affari istituzionali: l’Ente rischia la paralisi per mancanza di unità lavorative, ecco spiegata la necessità di procedere all’assunzione di 40 nuovi dipendenti con qualifiche differenti e contratti pieni e part time ma comunque a tempo indeterminato. La strada privilegiata dall’amministrazione 5Stelle per il reclutamento di personale non sarebbero i concorsi (da bandire e espletare) ma lo scorrimento delle graduatorie di candidati idonei non vincitori di concorso. Graduatorie disponibili presso enti di prossimità, già individuate dal Comune di Guidonia Montecelio a gennaio 2020 (ne abbiamo scritto qui Guidonia, la giunta grillina dà il posto al Comune ai giovani (ex) del Pd: assunto anche il vicesindaco di Tivoli). Un guazzabuglio diventato oggetto di una interrogazione del consigliere della Lega Arianna Cacioni rimasta per ora lettera morta. Adesso, le medesime graduatorie, potrebbero riservare ulteriori sorprese. E portare in pianta organica come dipendente comunale l’ex consigliere dei 5Stelle Laura Spinella, dimessasi ieri lunedì 25 maggio dalla pubblica assise per motivi poco politici e più di opportunità?. Al suo posto, in aula, entra Cristian Falconi, 27 voti di preferenza nella lista del movimento alle elezioni amministrative del 2017.

Spinella, risulta dunque in posizione utile all’assunzione nella graduatoria degli idonei del Comune di Fonte Nuova. Dove l’amministrazione di Michel Barbet aveva scelto di attingere già a gennaio 2020 per l’assorbimento in pianta organica di due collaboratori amministrativi (Sonia Restuccia e Marco Buldini) entrati come dipendenti di categoria B3 con contratto pieno e a tempo indeterminato, secondo quanto disposto dal dirigente al Personale Niccolò Roccolino con la determina 215 del 31 dicembre 2019. A seguire, in quella graduatoria, c’è Laura Spinella: eccola APPROVAZIONE VERBALI GRADUATORIA GENERALE DI MERITO. Il sogno stellato del posto fisso sembrerebbe avverarsi per alcuni e continuare per altri. Anche Loredana Terzulli, consigliere eletto nel movimento e poi passato al gruppo misto, aveva tentato nel 2018 la via del concorso pubblico nel vicino Comune di Marcellina ma con risultati più deludenti. Un contratto a tempo indeterminato nella pubblica amministrazione è aspirazione di molti che decidono di fare politica anche per «darsi» legittimamente una sistemazione o progredire nella carriera. Nel caso di Spinella l’aspirazione può dirsi questione di famiglia. Il marito Daniele Ronci, già dipendente del Comune di Guidonia Montecelio, è finito «distaccato» al consiglio regionale del Lazio (nella segreteria di un consigliere regionale dei 5Stelle), dopo esserci candidato lui stesso, senza riuscire, alle elezioni regionali del 2018 nella lista del movimento. Si tratta di incarichi assegnati per chiamata diretta e su base fiduciaria che si esauriscono con la fine della legislatura regionale. Cose sentite o lette centinaia di volte sui giornali, una consuetudine dei partiti che i grillini dovevano però sradicare, e invece hanno finito per alimentare restandone contagiati.

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.