GUIDONIA – Tra i disservizi maggiormente segnalati dai cittadini ci sono le microdiscariche che si creano attorno ai nuovi contenitori degli abiti usati. Un servizio, «la raccolta porta a porta abiti dismessi con contenitori localizzati presso utenze speciali (scuole, supermercati, ferramenta, ecc.» – così come previsto alla lettera J del punto 1 «oggetto dell’appalto» del capitolato speciale -, ricompreso nel nuovo contratto  partito il 1 giugno e affidato dal Comune di Guidonia Montecelio a Tekneko che, però, lo condivide con La Fenice di Zagarolo (tutte le strade portano a Zagarolo), una cooperativa che svolge il medesimo servizio per l’Asa di Tivoli e in accordo con alcuni centri commerciali anche all’interno del territorio comunale di Fonte Nuova.

I criteri con cui la cooperativa è stata individuata li spiega il direttore del servizio, e capo cantiere, di Tekneko Andrea Angelini. La società avezzanese ha ricevuto più di una offerta per condividere il servizio, senza pubblicizzare troppo la richiesta di collaborazione, e più di qualche operatore si è fatto avanti, alla fine però la scelta è caduta sulla coop. Che ha poi installato i contenitori nei luoghi indicati dal Comune. Il contenuto dovrebbe essere svuotato una volta al mese, invece questi contenitori sono perennemente pieni e diventano il ricettacolo della munnezza gettata in libertà dagli incivili. In assenza di controlli e sistemi di videosorveglianza, sono proprio i punti di raccolta l’origine di molte delle microdiscariche abusive, mentre non si capiscono bene le responsabilità: chi dovrebbe svuotarli e trasportarne il contenuto presso i centri di conferimento? Il ciarpame in essi contenuto, che potrebbe contribuire ad alimentare il già  florido mercato dell’usato, dà guadagni? A beneficio di chi e in che percentuale? Oppure: il materiale vestiario viene smaltito, in parte recuperato o distrutto? Anche in questo caso la trasparenza non è di casa dalle parti dei 5Stelle.

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.