GUIDONIA – Il Comune di Guidonia Montecelio intende investire direttamente 10 dei 50 milioni stanziati dal Governo per gli interventi migliorativi della viabilità cittadina in vista della Ryder Cup, evento golfistico di rilevanza mondiale in programma nel 2023 nell’impianto di proprietà della famiglia Biagiotti a Marco Simone di Guidonia. Il Settore Lavori pubblici ha depositato nei giorni scorsi gli studi di fattibilità delle opere che intende realizzare. Ecco i dettagli degli interventi, i costi stimati, i tempi di realizzazione nelle previsioni dall’Ente. Ma anche gli errori materiali e le dimenticanze riscontrati nelle carte. Quali quartieri beneficeranno maggiormente degli interventi? Sono tutti utili? Si poteva fare di più e meglio? A queste domande abbiamo cercato risposte. Intanto il Comune di Guidonia Montecelio a guida 5Stelle è in forte ritardo, considerando che le pratiche, sotto il profilo dell’iter amministrativo, sono ancora allo stadio del progetto di fattibilità. Praticamente nemmeno l’embrione di una procedura relativa a una qualsiasi nuova opera pubblica.

Per quanto riguarda gli interventi (Lotto 1-2) previsti a Guidonia Centro, precisamente in via Aureliano, strada di collegamento tra via della Pietrara e via Formello, finanziati per 1.350.000,00 euro con l’obiettivo di completare la viabilità intorno al Parco dei Frutti e all’asilo comunale, lo studio preliminare di fattibilità licenziato dall’amministrazione 5Stelle, non prevede all’interno del quadro tecnico economico (QTE) le somme necessarie per l’esproprio delle aree oggetto d’intervento (una dimenticanza?). A parere del tecnico, che per noi ha studiato il dossier, per giungere alla conclusione della fase progettuale dell’opera, occorrerà molto tempo mentre il Comune è, come si suol dire, a caro amico. Con stime di realizzazione calcolate al netto delle lungaggini burocratiche che sempre caratterizzano procedure di questo tipo. Una trafila così prevista dalle norme tecniche: affidamenti degli incarichi progettuali ai tecnici attraverso procedure di selezione, presupposto per avviare la fase dei progetti definitivi e infine dei progetti esecutivi. Tutto a carico del Comune. Segue l’istruttoria, l’espletamento è l’aggiudicazione delle gare d’appalto (di cui però si occuperà Astral Spa per conto della Regione Lazio), senza tralasciare l’attività amministrativa espropriativa delle aree oggetto di intervento, che potrebbe innescare ulteriori lungaggini.

Fa parte degli interventi previsti su Guidonia Centro anche la realizzazione di una rotatoria in via Formello, strada di accesso al quartiere di Pichini, nell’intersezione con via Aureliano. Lo studio di fattibilità, che racchiude le caratteristiche tecniche dell’opera, sarà da integrare, nel progetto definitivo, del calcolo dei costi relativi all’esproprio delle aree. Ma quel che emerge, all’osso delle comunicazioni ufficiali e rassicuranti del sindaco Michel Barbet e dell’assessore ai Lavori Pubblici Antonio Correnti, è che il Comune di Guidonia Montecelio è in grande ritardo sui tempi di progettazione.

Il Lotto 3-4 riguarda il quartiere di Setteville, per il quale è prevista la realizzazione di una  nuova strada di collegamento tra la rotatoria del Car (Centro agroalimentare di Roma) e la rotatoria di via Casal Bianco. L’area interessata è quella della ex Statale Tiburtina. Per finanziare gli interventi, cosi come riportati analiticamente nel quadro tecnico economico del progetto di fattibilità, occorrerebbero 1.233.975,00 e non invece 1.136.000,00 come preventivato dal Comune. Errori materiali, sviste? I Lavori interessano, inoltre, gli adeguamenti di via Muratori e via Fogazzaro, e la loro trasformazione in strade a scorrimento veloce e di connessione alle diramazioni autostradali della A24. Il titolo della tavola è errato, non si rileva nella descrizione l’intervento relativo alla pista ciclabile di circa 500 metri prevista nell’allegato, il cui costo potrebbe essere previsto all’interno del quadro tecnico economico (Qte) che però non è dettagliato. Anche in questo caso l’iter è nella fase embrionale, propedeutica alla progettazione definitiva, ma gli espropri sono almeno stati previsti. I tempi stimati dal Comune per la realizzazione delle opere è di almeno 365 giorni.

Il Lotto 5 degli interventi legali alla Ryder Cup investe quindi il quadrante Setteville Nord, Marco Simone e Colleverde. Attraverso un finanziamento di 370.000,00 euro, l’amministrazione grillina ha previsto la costruzione di una rotatoria nell’intersezione di via Parco Azzurro con via Palombarese. Una somma analoga è stata destinata alla realizzazione di una seconda rotatoria tra via Palombarese e via Tacito; 706.220,00 è la spesa preventivata per gli interventi di adeguamento di via Tacito, via Nepote e via Eutropio. Per la costruzione di un nuovo asse viario di collegamento tra via Anticoli Corrado e via Appiano/Eutropio, con rotonda e pista ciclabile, lo studio di fattibilità indica investimenti per 917.000,00 euro. Tempi stimati per l’ultimazione dei lavori: tra i 120 e 180 giorni per le rotatorie e i 365 per il nuovo asse viario.

Ulteriori, specifici interventi , riguardano la nuova rotatoria su via della Pietrara (Guidonia Centro) all’intersezione con via Costantino-via Nerone: costo stimato 340.000,00 euro, tempi previsti per ultimare l’opera: 180 giorni. Nel quartiere di Colle Fiorito si è pensato ad una viabilità di miglioramento per via di Casal Bianco, per snellire i tempi di deflusso e afflusso da e per la frazione di Colle Fiorito, con una capacità di spesa di 640.000,00 euro. A Marco Simone Setteville Nord, lavori considerati strategici dai 5Stelle, sono la realizzazione di un sottopasso su via Casal Bianco, nel punto d’intersezione con via Valle dell’Aniene, costi stimati: 1.985.000,00 euro. Un’opera, secondo il tecnico che ha studiato il dossier, «eccessivamente costosa e neanche troppo utile», destinata a «creare problemi importanti alla viabilità durante l’intera fase della realizzazione». Degno di nota per i grillini è anche l’intervento previsto alla tavola E1. Relativo all’adeguamento funzionale e normativo della rotatoria nei pressi di Villa Cornetto. Un intervento non particolarmente utile alla viabilità strettamente legata alla manifestazione sportiva, decisamente «non prioritario» se non nell’interesse storico manifestato negli anni dall’ingegner Antonio Castellino, il primo assessore ai Lavori pubblici nel governo Barbet, scettico da sempre rispetto alle regolarità tecniche e normative dell’opera. Costo previsto per l’intervento: 263.000,00 euro. Per finire, lo studio preliminare prevede la realizzazione di una rotatoria all’intersezione di via Nomentana con via Monte Bianco (Colleverde), intervento dal costo stimato di 370.000,00 euro.

Potrebbe anche interessarti: Guidonia, Ryder Cup, ecco gli 8 cantieri da appaltare che piacciono tanto ai grillini

 

 

 

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.