MONTEROTONDO – La graduatoria del Comune di Allumiere continua a fare miracoli. Dopo i Comuni di Tivoli e Guidonia Montecelio e la stessa Regione Lazio, anche il Comune di Monterotondo, governato da una giunta a maggioranza del Partito democratico (e dove è di casa l’assessore regionale alla Mobilità Mauro Alessandri del Pd), ha deciso di attingere dall’elenco degli idonei non vincitori di concorso del Comune di Allumiere, al fine di implementare la pianta organica dell’Ente con nuovo personale di profilo categoria C a tempo pieno e indeterminato.

Della graduatoria dei miracoli di Allumiere, questo sito d’informazione si è già occupato il 5 gennaio scorso, (La graduatoria fa miracoli, entrano il consigliere (Pd) di Roma Capitale e il portaborse del grillino Porrello), quando a trovare il posto al Comune di Guidonia Montecelio a guida 5Stelle furono, nell’ordine: 1) il consigliere dell’assemblea capitolina del Pd (e presidente della commissione Trasparenza di Roma Capitale) Marco Palumbo; 2) un ex consigliere comunale 5Stelle di Civitavecchia, Matteo Manunta, già impiegato alla Pisana nella segreteria del grillino vice presidente del consiglio regionale Devid Porrello; 3) Massimo D’Orazio, assessore di area democrat (ex segretario dei giovani democratici) al Comune di Isola del Liri in provincia di Frosinone. 4) Riccardo Strambi, addetto stampa già assegnato allo staff dell’organo di vertice del Comune di Alatri prima di sbarcare anche lui al consiglio regionale del Lazio in quota Mauro Buschini (Pd). Tutto accaduto a cavallo delle feste di fine anno, quando anche al Comune di Tivoli, guidato da una amministrazione civica, si decideva di ricorrere alla medesima graduatoria per l’assunzione di nuove unità di personale, nello specifico di Micaela Domenica Carlini e Francesca Maria Carlini, due gemelle avvocatesse di Civitavecchia, di cui Micaela già candidata alle elezioni comunali di Civitavecchia del 2019 con una lista civica a sostegno del candidato sindaco del Pd.  

Oggi un pezzo pubblicato su Il Fatto Quotidiano a firma di Vincenzo Bisbiglia racconta che la stessa Regione Lazio, a fine dicembre, in contemporanea con i Comuni di Tivoli e Guidonia Montecelio, aveva attinto da quella graduatoria. Grazie a «un concorso varato dal Comune di Allumiere, un paesino di 3.800 anime in provincia di Roma. Fra loro – scrive il quotidiano – il presidente della commissione Trasparenza in Campidoglio (anche lui in quota dem ) che però ha rifiutato la Regione, preferendo accettare poco dopo il posto fisso al Comune di Guidonia, terza città del Lazio. Il tutto si è svolto nel giro di 15 giorni, a dicembre 2020, a cavallo delle festività natalizie. Il sindaco di Allumiere, Antonio Pasquini? Risulta comandato da tre anni presso l’ufficio di presidenza del consiglio regionale». Come riporta Il Fatto comunque è di oltre «una decina il numero dei componenti delle segreterie politiche regionali e dei militanti dem che, da qualche mese, hanno ottenuto un posto fisso in Regione Lazio […] Il 18 dicembre, la Regione approva lo schema di accordo con Allumiere e inizia a scorrere l’elenco idonei, seguendo la graduatoria. Il 23 dicembre i candidati selezionati rispondono alle email e il 28 dicembre viene approvata la determina dirigenziale con i nomi dei neoassunti. Chi sono i premiati? Nell’elenco figurano due collaboratori di Mauro Buschini, presidente del Consiglio regionale; poi Matteo Marconi, segretario del Pd di Trevignano Romano (Roma); Arianna Bellia, assessore Pd di San Cesareo (Roma); Augusta Morini, consigliere e assessore Pd di Labico (Roma); Paco Fracassa, segretario Pd di Allumiere (Roma); un componente del circolo Pd di Frosinone (città di Buschini); e tre militanti dem (Allumiere, Civitavecchia e Roma). Con loro anche un collaboratore di Giuseppe Cangemi, vicepresidente d’Aula in quota Lega […] Ma non è tutto. Su 16 posti disponibili, a dicembre la Regione contatta in totale 24 persone, ma in 8 rifiutano, prendendosi il rischio di attendere una nuova chiamata: sarebbe bastato che un altro Comune avesse di lì a poco concluso un concorso, per restare a mani vuote. E invece il 28 dicembre è il Comune di Guidonia (circa 90mila abitanti alle porte di Roma) a stipulare un accordo con Allumiere e a decidere di assumere otto funzionari, prendendoli dallo stesso elenco».

Non è finita. Perché con delibera della giunta comunale numero 32 del 24 febbraio 2021, anche il Comune di Monterotondo ha deciso di attingere dalla graduatoria dei miracoli per l’assorbimento di nuovi 4 dipendenti. A formulare la proposta, l’assessore al Personale Alessandro Di Nicola, anche lui «distaccato» nella segreteria politica con un contratto a tempo pieno, 36 ore settimanali. Sede di lavoro: il consiglio regionale.  

,

AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.