QUELLA del distretto industriale del Travertino Romano è una crisi annunciata. E la colpa non è solo del Covid che ha messo le imprese in ginocchio nel mondo o della congiuntura economica negativa, la colpa è anche imputabile alla incertezza amministrativa che ha relegato le aziende estrattive in un limbo dal quale fanno fatica a uscire. Condannandole, senza una inversione di tendenza, a morte certa sul mercato internazionale. Per Filippo Lippiello, il presidente del Centro per la Valorizzazione del Travertino Romano, consorzio istituzionale che racchiude i know-how di categoria e i Comuni di Tivoli e Guidonia Montecelio, la sfida sul...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - Un bando da rimodulare nella durata dell'appalto. Non più 5 anni, come era nelle intenzioni solo qualche giorno fa, la formula alla quale lavorerebbe l'amministrazione 5Stelle adesso è quella dell'uno più uno. Un anno con la possibilità di rinnovo per i successivi 365 giorni, qualora la burocrazia impiegasse tempi più lunghi del 2021 per arrivare all'affidamento in house (direttamente e senza gara) della gestione del ciclo dei rifiuti all'Asa Spa di Tivoli. Michel Barbet avrebbe dunque deciso. E i bene informati parlano soddisfatti di una certa coerenza sindacale, mostrata verso quel «programma elettorale dei 5Stelle» che già prevedeva la «internalizzazione del...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA . Internalizzare il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti era il «pallino» sindacale nell'autunno scorso, quando con nota indirizzata agli uffici Michel Barbet esortava il funzionario comunale Alberto Latini a disporre gli atti necessari all'affidamento di due specifiche consulenze, o «microappaltini» richiamando l'articolo 36 comma 2 lettera a del Codice dei Contratti: l'una era di carattere legale, costruita sulle esigenze dell'avvocato Francesco Consalvi; l'altra più tecnica - è notizia di queste ore - per l'ingegnere Gianluca Evangelista. Se n'è appresa esistenza solo ieri, dopo la pubblicazione sull'albo pretorio del Comune di Guidonia Montecelio della determinazione numero 15 del...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - Quel «criterio» introdotto dalla giunta grillina è stato alla fine dirimente: prediligere la graduatoria «più recente» disponibile presso altri Enti per assorbire, senza fare concorsi in casa, nuove unità di personale. La graduatoria «più recente» non poteva essere che quella del Comune di Palestrina, approvata con atto dirigenziale solo il 3 ottobre del 2019. Un mese prima che l'esecutivo Barbet adottasse, appunto, quel «criterio» così stringente. In piena bufera politico amministrativa prodotta dalle dimissioni di Adriana Calì. Era il 7 novembre e la delibera (famigerata) numero 97 sulla graduatoria «più recente» da scorrere per nuove assunzioni, segnava la scelta. Escludendo automaticamente altri...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - Doveva essere risolutivo invece l'incontro di oggi non è stato nemmeno interlocutorio: tutto rinviato a mercoledi 11 dicembre. Quando Michel Barbet incontrerà l'imprenditore Angelo Di Marco della ditta Cm Caucci, il soggetto giuridico che ha chiesto una nuova concessione regionale impugnata dal Comune al Capo dello Stato e divenuta la goccia che ha ricolmato il vaso delle distanze. Ma anche al prossimo 17 dicembre, una manciata di giorni a Natale, quando Paolo Orneli, il nuovo delegato alle Attività  produttive nella giunta di Nicola Zingaretti ha chiamato a sé, per un confronto a tre, i due sindaci dei Comuni...

Scopri di piùScopri di più