GUIDONIA – Due bollettini diramati a distanza di 24 ore. Il primo venerdì, l’altro il sabato della tragedia (leggi qui)  di Guidonia. Comunicazioni ufficiali del Dipartimento regionale di Protezione civile, arrivate al fax della segreteria del sindaco 5Stelle di Guidonia Montecelio Michel Barbet, che allertavano i comuni delle condizioni di «vento da forte a burrasca a prevalente componente orientale» che avrebbero sferzato le città nelle «24/36 ore successive. Previste anche mareggiate lungo le coste, pericoli per condizioni meteorologiche avverse». Bollettini, è evidente, che al Comune di Guidonia Montecelio, già nella giornata di venerdì 22 febbraio, non sono stati valutati nella giusta gravità.

A sollevare la polemica, a distanza di qualche ora dalla morte di un uomo, rimasto schiacciato a bordo dell’auto sotto il peso di un pino sradicato dal suolo, è il capogruppo del Partito democratico in consiglio comunale Simone Guglielmo. Che a questo punto intende interrogare l’amministrazione, Michel Barbet responsabile della pubblica incolumità, su quanto l’Ente abbia messo in campo nelle ore immediatamente precedenti all’emergenza, al fine di prevenire tragedie come quella purtroppo avvenuta. Perché non siano state predisposte ordinanze per delimitare il traffico sulle strade dove sono presenti alberature; non si sia deciso, in via cautelare, di chiudere parchi, cimitero, in tempi utili e non dopo, a tragedia avvenuta. «La sensazione di una approssimazione dei 5Stelle nell’azione amministrativa – spiega Guglielmo – traspare davanti a queste tragedie. Il sindaco ha ignorato le allerte, esponendo i cittadini a seri pericoli per la loro incolumità».

Il capogruppo si sofferma anche sulle mancanze del governo 5Stelle. Parla di sottovalutazioni colpevoli che stanno cagionando gravi danni a Guidonia. Come quelle relative alle competenze sulle strade provinciali. Funzioni che la Città metropolitana di Roma a guida 5Stelle non ha trasferito all’Astal, sottraendo i comuni della provincia dalla possibilità di beneficiare dei finanziamenti messi a disposizione dalla Regione Lazio. «Sta avvenendo per la viabilità intorno al Marco Simone golf club che nel 2022 ospiterà la Ryder Cup – aggiunge Guglielmo -; l’amministrazione comunale si sta dimostrando non in grado di impostare una programmazione all’altezza di un evento così importante. Durante l’ultima riunione della Commissione Cultura e sport è emersa in tutta la gravità la inadeguatezza dell’assessore Elisa Strani assolutamente digiuna delle opportunità di finanziamento disponibili in Regione. Una situazione davvero sgradevole e pericolosa per Guidonia».

 

 

 

 

Elisabetta Aniballi
AUTORE: Elisabetta Aniballi

Blogger e Giornalista professionista. Nella sua venticinquennale carriera ha maturato esperienze prevalentemente nella carta stampata senza mai nascondere l'amore per la radio, si occupa inoltre di comunicazione politica e istituzionale.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.