GUIDONIA - Un atto di denuncia a tutti gli effetti. Inviato al responsabile anticorruzione del Comune di Guidonia Montecelio Livia Lardo e, raccontano i bene informati, sottoposto all'attenzione di Anac (Agenzia nazionale anticorruzione) e Procura della Repubblica presso il Tribunale di Tivoli. Paola Piseddu, dirigente di un'area della pubblica amministrazione costruita a misura coi rimasugli di altri settori (tra cui canili e energie rinnovabili), si interessa perpetuamente e extra ufficio di attività estrattive e solleva perplessità sull'operato del successore Egidio Santamaria, a capo oggi dell'Ambiente e Lavori pubblici con competenza sulle Cave, ancora oggetto del contendere nel Palazzo. Nel mirino di Piseddu,...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - Sono le «criticità» segnalate nella nota del 17 settembre  2019 a fare fede. Quella in cui il responsabile dell'ufficio Cave del Comune di Guidonia Montecelio, ingegnere Donatella Petricca, comunica la grave perdita «afferente i documenti in cui erano stati raccolti tutti i provvedimenti autorizzativi». Soprattutto «un blocco formato A3 sul quale, le due nuove unità assegnate all'ufficio Attività estrattive (il geometra Massimo Gallo e il geometra Giorgio Finocchi), avevano ricostruito le variazioni catastali intervenute su ciascuna autorizzazione dagli anni '80 ad oggi». Documenti - scrive Petricca nella nota indirizzata al sindaco 5Stelle Michel Barbet, senza risparmiarsi nella più...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - I detrattori interni ne contestano l’attivismo esasperato nelle commissioni - “ne controlla quattro e pesanti” - ma anche la presenza negli uffici comunali. E nelle conferenze dei servizi. Quei tavoli tecnici avviati nelle istituzioni locali per decidere le sorti di una azienda che chiede di essere autorizzata a svolgere una determinata attività. È successo con Edilmoter, la società che vuole stoccare e lavorare rifiuti non pericolosi nell’impianto di Albuccione. Tra i tecnici e gli amministratori, quel giorno, c’era Alessandro Cocchiarella, presidente della commissione Ambiente, consigliere 5Stelle eletto un anno fa con 97 voti, interessato nella circostanza a trattare con la proprietà...

Scopri di piùScopri di più

Il sindaco di Guidonia incontra imprese, sindacati e coinvolge la Regione nella costruzione di un nuovo futuro per il comparto estrattivo ma non dice come si supera la crisi attuale determinata dal "no" del dirigente alle proroghe delle autorizzazioni alle attività estrattive  GUIDONIA - La “filiera corta” per la valorizzazione della pietra tiburtina è un obiettivo di rilevante importanza per il rilancio del settore estrattivo. Anche la creazione di un “marchio” di qualità a salvaguardia del travertino romano è intento lodevole, quasi un obbligo per chi amministra, come lo sono i buoni propositi da attuare nei giusti tempi, con lungimiranza politica e...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - La questione cave è tecnica, burocratica, soprattutto politica. Intreccia personalismi e ambizioni imprenditoriali in un territorio da anni diviso dall’uso della risorsa termale, forse la vera posta in gioco della partita. C'è una mano nascosta che muove i fili per staccare la spina al settore estrattivo? Decretarne la morte depotenziando la forza economica delle imprese sullo sfondo di un anno X sempre più vicino? Il fondamento (che innesca i quesiti) è la accertata impossibilità di coabitazione tra Cave e Terme nello stesso ambito di intervento. E l'avvicinamento di una data, il 2022, che deciderà il futuro (e gli...

Scopri di piùScopri di più