LA LOMBATA di vitello, l’antipasto o il primo piatto, l'ottimo vino in bottiglia, Satrico o Montepluciano d’Abruzzo a seconda delle pietanze, caffè e grappa, tutto rigorosamente pagato con i nostri soldi guadagnati lavorando. Si mangiava e beveva, si chiacchierava, ci si confrontava, non solo ai 2 Lupi, il noto ristorante di via di Sant’Angelo Romano, ma alle Quattro Vigne, all’Amadeus, tutti ristoranti di Guidonia Montecelio dove in quegli anni l’economia girava più di oggi dove la giunta 5Stelle di Michel Barbet, tutte le settimane, se ne va pranzo da Campanellu a Marcellina per sfuggire le chiacchiere morbose di una città...

Scopri di piùScopri di più

L’IMPIANTO di Aielli (L'Aquila) piace al sindaco grillino Michel Barbet e anche ad Alessandro Cocchiarella, il presidente della commissione Ambiente da sempre contrario all’impianitica di qualunque tipo (novità). Entrambi, lo scorso 25 giugno, facevano parte della delegazione (anche composta dai 5Stelle consiglieri comunali Antonino Briganti e Giuliano Santoboni) arrivata in Abruzzo, nell’area industriale sita nel cuore del Fucino, per partecipare alla inaugurazione del primo lotto di ampliamento di un Tmb in buona parte riconvertito in impianto di compostaggio: proprietà pubblico privata di Aciam Spa-Tekneko. Una partnership (Comuni della Marsica, Regione, socio privato al 49% Tekneko) che in Abruzzo funziona. Chiude...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - L’idea di un provvedimento destinato a limitare l’esposizione di merci private su pubblico suolo non è proprio nuova. Nella terza città del Lazio balla da sei anni senza soluzione. Nel 2015, poco prima di lasciare la giunta, l’assessore alle Attività produttive Valentina Torresi (oggi candidata consigliere al XIV Municipio romano per Fratelli d’Italia) ne aveva fatto un obiettivo prioritario. Ritendendo necessario già all'epoca «un giro di vite sugli esercizi commerciali al dettaglio che espongono abusivamente merci, soprattutto abbigliamento, frutta e verdura, con una occupazione selvaggia di suolo pubblico». Fin da allora, tuttavia, la difficoltà era stata l’individuazione degli...

Scopri di piùScopri di più

MONTEROTONDO - C'è una modifica ai decreti sicurezza operata dal governo Pd-5Stelle nel 2020, riguarda l’ordine pubblico, ha preso il nome di «daspo Willy» ed è utile a contenere fenomeni come la movida violenta che con maggiore frequenza racconta di risse e danneggiamenti. Il nome del provvedimento che inasprisce pene e ammende, nasce dal caso di Willy Monteiro Duarte, il 21enne pestato a morte nella notte tra il 5 e il 6 settembre a Colleferro in provincia di Roma. Di «daspo Willy» ha parlato il consigliere comunale di Monterotondo Bene Comune Simone Di Ventura durante la riunione straordinaria dei capigruppo convocata...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - C'è un video dove il sindaco grillino Michel Barbet si reca in tabaccheria per richiedere un certificato anagrafico. Lo accompagnano assessori, consiglieri, perfino il dirigente Niccolò Roccolino distratto dai doveri d'ufficio per girare una réclame a metà mattinata. A Guidonia succedono cose strambe e apparentemente prive di logica. Video, selfie, comunicati, post sui principali social, da giorni il battage sulla storia dei certificati che è possibile richiedere in tabaccheria tiene banco in ogni dove, diventando lo strumento attraverso cui i grillini trasferiscono di sé l’immagine (irrealistica) del dinamismo amministrativo. Ma questo provvedimento spacciato come rivoluzionario è davvero utile? Perché il fatto è...

Scopri di piùScopri di più

GUIDONIA - Un quartiere «più verde» per famiglie e residenti. Una barriera contro le polveri sottili provenienti dall'attigua area delle cave, utile a a ridurre le emissioni di anidride carbonica. Con queste premesse l'amministrazione grillina, a novembre del 2019, aveva piantato 62 nuovi cipressi nel Parco di Valle di Pilella a Villanova di Guidonia. A distanza di sette mesi il parco lasciato all'incuria sembra una Savana e quegli alberi sono morti. Secchi e da smaltire con gli sfasci dell'erba. Eppure l'idea era buona. Ecologica. Nelle intenzioni dei grillini dovevano essere 370 i nuovi esemplari da mettere a dimora nei quattro...

Scopri di piùScopri di più